Bagels per il brunch domenicale

Bagels per il brunch domenicale

Mi ricorderò sempre i 10 km fatti a piedi per raggiungere il locale che le guide di New York quotavano come il più meritevole in tema di bagels.

I chilometri più motivati di tutta la vacanza, certa che sarei stata ricompensata dall’unicità dell’esperienza di assaggiare questa meraviglia di origine ebraica, adottata a pieno titolo dagli americani insieme agli emigranti che ne custodivano la ricetta: locale chiuso. Chiuso. Ma non chiuso nel senso che avrebbe riaperto da lì a poche ore. Semplicemente, si erano trasferiti. Dove, non era dato sapere.

E come un avvoltoio, pochi metri più avanti a quel civico di quella strada, aveva aperto un altro locale di bagels, che forse campava sulla delusione dei pellegrini che arrivati alla meta non trovavano il santuario originale. Un bagel col pastrami – specialità israeliana ma anche romena a base di carne di manzo, maiale o montone – che riuscii a finire in due pasti differenti tanto era farcito. Più che il ripieno, amai l’impasto.

E fu tutto un susseguirsi di tentativi di capire quale fosse il migliore della città – ovviamente approdando anche al nuovo indirizzo del celebre locale -, ricerca che non mi ha abbandonato nemmeno quando dalla grande mela ho volato a Miami, continuando imperterrita a testare ciambelle salate lievitate, certa che la mia missione, una volta a casa, sarebbe stato replicare l’originale.

Per il momento, dei miei tre tentativi, questa è la ricetta che più mi ha convinta, comprensiva di quel piccolo segreto prima della cottura che aggiunge il tocco distintivo a tanta meraviglia, eterno protagonista dei brunch domenicali made in U.S.A.

 

 

Bagel al latte e semi di papavero

BAGELS PER IL BRUNCH DOMENICALE

Dosi: 6-8 persone       Preparazione: 20 minuti       Cottura: 5 min. + 20 min.

Per l’impasto:

  • 350 gr di farina 00
  • 15 gr di lievito di birra fresco
  • 8 gr di zucchero semolato
  • 175 gr di latte intero tiepido
  • 30 gr di burro
  • 10 gr di sale

Per guarnire:

  • Tuorlo d’uovo
  • 2 cucchiai di acqua
  • semi misti

Per iniziare a preparare i bagels al latte con semi di sesamo partite dall’impasto, iniziando per tempo in quanto dovrà lievitare.

In planetaria oppure su una spianatoia, versate la farina prima mescolata con sale e zucchero, create una fontana al centro e inserite il burro e il latte tiepido in cui è stato precedentemente sciolto il lievito di birra. Iniziate a mescolare gli ingredienti partendo dal centro, raccogliendo la farina per lavorarla insieme al latte, e impastate bene fino a che si otterrà un impasto liscio e omogeneo. In planetaria utilizzerete il gancio per gli impasti, e, quando vi sembrerà formato, versatelo sul piano di lavoro per dare qualche impastata a mano.

Lasciate lievitare fino al raddoppio coperto da un canovaccio, se è inverno potrete appena intiepidire il vostro forno – temperatura ideale 26/28°- e lasciatelo lì dentro a forno spento e sportello chiuso.

Trascorsi i tempi di lievitazione pesate l’impasto e dividete il totale per 8 – se vorrete più bagels di dimensione media da farcire diversamente – oppure per 6, ottenendo quindi dei bagels di dimensione più grande. Formate delle palline.

 

Bagel al latte e semi di papavero

 

Infilzate ogni pallina con il manico di un mestolo di legno e fate un movimento rotatorio per allargare bene il foro al centro, così da ottenere una ciambella. Lasciate riposare per 15 minuti.

Nel frattempo, accendete il forno a 200°C e portate ad ebollizione una pentola d’acqua, anche bassa e larga. Immergete nell’acqua bollente un bagel per volta e fatelo cuocere 30 secondi per lato: toglietelo dalla pentola, asciugatelo leggermente con della carta assorbente. Adagiateli via via su una teglia rivestita con carta da forno e spennellateli con il tuorlo d’uovo allungato con un po’ d’acqua. Spargete i semini sulla superficie e infornate per circa 20 minuti.

Sfornate e lasciate intiepidire. Quando li servirete, apriteli a metà come si fa per un panino e farciteli col ripieno che più preferite!

 

Bagel al latte e semi di papavero

 

I miei consigli:
 
  • Se volete anticiparvi con i tempi, potete realizzare l’impasto la sera prima, farlo lievitare e poi conservarlo in frigorifero per tutta la notte. Il giorno dopo procederete a realizzare i bagels e a cuocerli.
  • Potrete sbizzarrirvi non solo variando i semi sulla superficie, ma anche mescolando diversi tipi di farina, integrale o multicereali, per arricchire l’impasto.
  • I bagel al latte con semi di sesamo si conservano per al massimo un paio di giorni.

 

Commenta via Facebook



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *