Tag: albicocche

Crostata con frangipane al rosmarino e albicocche

Crostata con frangipane al rosmarino e albicocche

Sono due le deduzioni che faccio dopo aver pubblicato sul blog questo dolce. La prima, quando mi piace qualcosa mi piace davvero tanto e tendo a riproporla. La seconda, sto inesorabilmente andando verso la completa senescenza, perché non mi ricordavo di aver già fatto – 

Sablé breton con crema al rosmarino e albicocche

Sablé breton con crema al rosmarino e albicocche

  Viaggio a Parigi – l’ennesimo – una sosta in un posto caratteristico sotto Montmartre, dove afnno le baguette a mano, uno dei Croque Madame più buoni che abbia mai mangiato e allestiscono una vetrina di dolci rustici della tradizione da vero sballo. Assaggio una 

Crostata senza burro con ricotta e confettura di albicocche

Crostata senza burro con ricotta e confettura di albicocche

 

Da un po’ volevo provare questo tipo di frolla, che contiene l’olio di semi anziché il burro: sebbene non sia proprio una preparazione ortodossa rispetto ai canoni della pasticceria devo dire in realtà che è un ottimo modo per fare una frolla molto velocemente – si impasta tutto in una ciotola lavorando con un cucchiaio per poi finire brevemente sul piano di lavoro – e per ammortizzare i tempi di realizzazione dell’impasto che non deve riposare in frigorifero e si può utilizzare subito anche quando in casa ci sono mille gradi causa calura estiva. La si modella subito all’interno dello stampo, si farcisce e in un attimo abbiamo la crostata pronta per essere cotta.

Io ovviamente mi sono complicata la vita e ho sperimentato questa base cuocendo il tutto in un anello microforato, che non si è rivelato comodissimo per poi estrarre la torta una volta freddata: quindi consiglio stampi tradizionali da crostata meglio ancora se con il fondo rimovibile, sarà velocissimo anche sformarla!

 

Crostata senza burro con ricotta e confettura di albicocche

CROSTATA SENZA BURRO CON RICOTTA
E CONFETTURA DI ALBICOCCHE
 
 
 
Preparazione: 15 minuti     Cottura: 40 minuti     Dosi: 8 persone
 
Per la frolla senza burro:
  • 100 g di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • 80 g di olio di semi
  • 1 cucchiaino di scorza di limone
  • 1 cucchiaino di lievito vanigliato
  • 300 g di farina 00

Per il ripieno:

  • 300 g di ricotta di pecora
  • 100 g di zucchero
  • 1 uovo
  • q.b di scorza di limone
  • 300 g di confettura di albicocche

In una ciotola versate lo zucchero, la scorza di limone, le uova e l’olio di semi, mescolando bene con un cucchiaio o una frustina per amalgamare il composto; versate ora la metà della farina e il cucchiaino di lievito vanigliato, mescolando il composto, finché diventerà più denso, continuate ad aggiungere a poco a poco la farina finché sarà necessario trasferire il composto sul piano di lavoro e impastare brevemente a mano: potrebbero bastarvi anche 280 grammi di farina, quando l’impasto è formato non incorporatene più.

Imburrate leggermente uno stampo da crostata del diametro di 20 cm circa infarinandolo – oppure se non volete utilizzare il burro ungetelo leggermente con dell’olio di semi – e foderatene il fondo con la frolla stesa a uno spessore di 3-4 mm, bucherellandolo con i rebbi di una forchetta, poi rimuovete la pasta in eccesso dai bordi con la lama di una coltello affilato. Tenete da parte l’avanzo di pasta.

Accendete il forno a 180°C. Intanto in una ciotola lavorate la ricotta con lo zucchero, l’uovo e la scorza di limone fino a ottenere un composto omogeneo, versate sul fondo della crostata e livellate il composto; prendete adesso la confettura di albicocche e spalmatela delicatamente sopra lo strato di ricotta facendo attenzione a distribuirla in modo uniforme. Con l’avanzo della pasta frolla, create delle listarelle per decorare la superficie con il tipico intreccio da crostata oppure a vostra fantasia anche utilizzando coppa biscotti della forma che più preferite.

Infornate per circa 35-40 minuti, preferibilmente sul ripiano più basso, in modo che la base – che con il composto di ricotta si inumidisce, possa cuocere in modo ottimale. Estraetela dal forno elasciate freddare bene a temperatura ambiente e poi in frigorifero prima di sformare. Servite fredda.

Crostata senza burro con ricotta e confettura di albicocche

 

I miei consigli:
 
  • Non è necessario che facciate la frolla in anticipo, questa con l’olio di semi è così veloce che la si può fare e lavorare immediatamente senza doverla far freddare in frigorifero.
  • Solitamente utilizzo ricotta di pecora, che nei dolci risulta più cremosa e avvolgente meno acquosa e si sposa bene sia con la scorza di limone sia con la confettura.
  • Un’ottima variazione è quella con la confettura di fichi oppure con confetture acidule come quella di more, mirtilli o visciole.
Crostata con crema frangipane e albicocche

Crostata con crema frangipane e albicocche

Perseverare. È sottile il confine tra l’arrendevolezza e la capacità di reagire, i tempi necessari affinché una muti nell’altra. Fatico ad accettare fallimenti, soprattutto quelli piccoli e insignificanti che non dovrebbero nemmeno essere appellati tali, proprio per questi l’insuccesso mi brucia, mi punzecchia, mi mortifica 

Crostata di albicocche fresche

Crostata di albicocche fresche

Come forse avrete già letto nell’articolo sulla torta di mandorle, mousse bianca e fichi freschi,  adoro ricevere valanghe di frutta del campo o di campagna per poi realizzarci dei dolci. Non sono un’appassionata di marmellate e confetture fatte in casa, mi piace molto di più