Tag: pane

Pane alla zucca con semi misti

Pane alla zucca con semi misti

Ci sono cose nella vita che non si scordano mai. Come il primo bacio, il primo giorno di scuola, il primo viaggio da soli, il primo lavoro. O la prima volta che hai afferrato a mano nuda una teglia a 200°. Ecco, io questo pane 

Pane Toscano con poolish

Pane Toscano con poolish

Non sono esperta panificatrice, per niente, e anzi la lievitazione è una delle cose che più mi affascina e che meno riesco a gestire bene, forse perché non ci dedico abbastanza tempo – o forse perché penso sempre di non sapere fare un tubo ma 

Pane in cassetta con lievito madre disidratato

Pane in cassetta con lievito madre disidratato

Pronunciare le parole ‘pane in cassetta’ mi ricorda tanto la mia nonna, che per l’esattezza lo chiamava i’ppane a cassetta, non perché fosse poco istruita, anzi, lo era molto più della media della sua generazione, ma perché amava rimarcare la fiorentinità in quelle parole delle cose di ogni giorno, una sorta di orgoglioso vezzo di appartenenza a Firenze.
Ne consumava una quantità notevole, un po’ come per il burro o la pastasciutta, e le mie merende dei giorni più frettolosi erano appunto il pane a cassetta farcito con qualche salume di cui il suo frigo non era mai sprovvisto.
E siccome volevo prepararlo ma non avevo molto tempo, ho provato ad utilizzare il lievito madre disidratato, quello in bustine che si acquista al supermercato che da una certa sofficità e aromaticità al pane senza però dover affrontare lunghe preparazioni o estenuanti attese. una spolverata di semi misti in superficie – che mi piacciono sempre molto da sgranocchiare – e via in forno!

Pane in cassetta con lievito madre disidratato

PANE IN CASSETTA CON LIEVITO
MADRE DISIDRATATO

Ingredienti

  • 250 g di farina manitoba
  • 350 g di farina di tipo 1 macinata a pietra (o farina 0, oppure integrale)
  • 40 g di lievito madre essiccato (per me marca San Martino)
  • 20 g di zucchero
  • 15 g di sale
  • 1/2 cucchiaino di malto d’orzo
  • q.b di semi misti
  • 360 ml di acqua (a temperatura ambiente)

Per preparare il pane in cassetta con lievito madre disidratato predisponete una ciotola capiente oppure quella della planetaria con gancio per impasti.

Mescolate nel recipiente le due farine, il lievito madre disidratato e lo zucchero, sciogliete il mezzo cucchiaino di malto nei 360 ml di acqua e iniziate a versarla nella ciotola impastando a velocità bassa se utilizzate il gancio, altrimenti procedete a mano. Incorporate anche il sale e proseguite ad aggiungere l’acqua un po’ per volta.

Quando sarà terminata l’acqua, valutate la consistenza dell’impasto: se risulta molto duro e poco elastico, preparatevi altri 50 ml di acqua e incorporatela pochissima per volta, lasciandola assorbire durante la lavorazione, finchè la consistenza diventerà leggermente più morbida e lievemente appiccicosa.

A questo punto coprite l’impasto con un canovaccio inumidito o con della pellicola alimentare e lasciate lievitare fino al raddoppio (ci vorranno circa 2 ore a una temperatura media di 25 gradi, il tempo aumenta o diminuisce a seconda che la temperatura ambientale sia più bassa o più alta).

Intanto predisponete uno stampo da plumcake e foderatelo internamente con della carta da forno cercando di fare meno grinze possibili: quando l’impasto sarà raddoppiato di volume, estraetelo dalla ciotola e lavoratelo per sgonfiarlo, poi arrotolatelo su sé stesso facendo un filone e adagiatelo dentro lo stampo, cospargendo la superficie con dei semi misti a piacere. Se non avete lo stampo ponete la pagnotta su una teglia con carta da forno.

Praticate un taglio in superficie e poi coprite il pane con il panno utilizzato in precedenza, lasciando lievitare ancora per circa mezz’ora, o comunque fin quando avrà ripreso visibilmente volume.

Scaldate il forno a 210°C, inserendo all’interno una ciotola con dell’acqua: infornate il pane togliendo la ciotolina e cuocete per circa 30 minuti, poi sfornate e lasciate raffreddare per 10 minuti, poi rimuovere dallo stampo – o dalla teglia – e far freddare su una griglia.

Pane in cassetta con lievito madre disidratato

 

I miei consigli:
  • Potrete utilizzare le farine che più vi piacciono, una farina 0, una integrale o ai multicereali, vanno bene tutte purché siano farine di forza, ovvero che aiutino la lievitazione e il volume in cottura.
  • Procedete lentamente mentre inserite l’acqua, inizialmente versandone 2/3 tutti insieme e impastando e poi più lentamente qualche goccio per volta, per evitare di inserirne troppa.
  • Utilizzate uno stampo da plumcake possibilmente di alluminio, o comunque con pareti rigide, rivestendole con la carta da forno: otterrete un pane di forma migliore e lievitato in altezza, mentre con lo stampo in silicone – che comunque andrà bene – si sformerà leggermente allargandosi anche sui lati.
Pane integrale con lievito madre disidratato

Pane integrale con lievito madre disidratato

Una volta scoperto che al supermercato esisteva il lievito madre disidratato – in realtà ci è voluta la cugina foodblogger canadese che mi svelasse tale possibilità – ne ho acquistato un bel po’ per fare delle prove. E dopo la focaccia al rosmarino che mi