Tag: timo

Bavarese allo yogurt e fragole su crumble croccante

Bavarese allo yogurt e fragole su crumble croccante

Doveva essere una bavarese alle fragole e timo ma… Ho una piccola terrazza che è più un banco di prova che un balcone fiorito. E il compito difficile sul quale ogni anno la natura ci stanga con il suo giudizio insindacabile è proprio il contenuto 

Tartellette al timo con gorgonzola e lamponi

Tartellette al timo con gorgonzola e lamponi

Ho scritto questa frase, un po’ di tempo fa: “L’ingrediente che uso più spesso è pensare ai destinatari per i quali preparo un dolce”. L’ho scritta senza pensare, dovevo buttar giù due righe di presentazione per un evento, poi ho realizzato che è davvero così: 

Pancakes giapponesi con composta di mirtilli e timo

Pancakes giapponesi con composta di mirtilli e timo

Alti e soffici, fieri e orgogliosi: tendo a trasformare dolci sottili in torte cicciute e consistenti. E così mi sono lasciata ispirare da @lalunasulcucchiaio , sul profilo Instagram della quale ho trovato questi pancakes giapponesi, simili ai cugini americani, con una leggera differenza nella struttura dell’impasto: vengono cotti in anelli e si sviluppano in altezza, con un effetto soufflé che poi non sgonfia. Rimangono areati ed esattamente come gli altri sottili si abbinano perfettamente con lo sciroppo d’acero o con qualsiasi composta di frutta che risulti acidula. Li ho provati per il nuovo menu del brunch in abbinamento con una composta velocissima di mirtilli e timo, leggermente  aromatizzata con un po’ di scorza di limone. Non li conoscevo e li ho promossi alla grande! Voi sapevate dell’esitenza di questa meraviglia?

Pancake giapponesi con composta di mirtilli e timo

 
PANCAKES GIAPPONESI CON COMPOSTA
DI MIRTILLI E TIMO
 
 
Preparazione: 20 minuti    Cottura: 20 minuti     Dosi: 6 persone
 
 

Per i pancakes:

  • 200 g di farina 00
  • 1 cucchiaino di lievito vanigliato
  • 3 uova
  • 70 ml di latte
  • 2 cucchiaini di succo di limone
  • q.b di sale
  • 30 g di zucchero a velo
  • q.b di burro

Per la composta di mirtilli e timo:

  • 100 g di mirtilli
  • 40 g di zucchero
  • 2 rametti di timo
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • 1 cucchiaino di scorza di limone

 

Per realizzare i Pancake giapponesi con composta di mirtilli e timo iniziate dalla composta, che poi farete riposare. Versate in una casseruola i mirtilli con il succo di limone, i rametti di timo, lo zucchero e – a piacere – anche un cucchiaino di scorza di limone e scaldate a fiamma bassa, finchè i mirtilli appassiranno rilasciando i liquidi, proseguite la cottura per qualche minuto in modo da far ritirare la parte acquosa e spegnete la fiamma.

Dedicatevi ora all’impasto: separate i tuorli dagli albumi, inserite questi ultimi in un contenitore e montateli con le fruste elettriche. Appena vedrete la schiuma che inizia a formarsi incorporare i due cucchiaini di succo di limone, poi proseguire a montare inserendo lo zucchero a velo: quando otterrete una meringa corposa e stabile tenetela da parte.

Unite in una ciotola capiente tutti gli ingredienti secchi – la farina, il sale e il lievito chimico – versateci all’interno il latte non freddo e i tuorli iniziando a lavorare l’impasto dal centro con una frusta a mano e creando un pastello liscio e omogeneo, poi prendete gli albumi e incorporateli, prima inserendone un cucchiaio e mescolando molto velocemente, poi tutto il resto amalgamando delicatamente dal basso verso l’alto.

Predisponete sul fornello una padella larga, ungendone la superficie con del burro o anche olio di cocco o di semi, ungete anche l’interno degli anelli di acciaio coppapasta: sistemateli sulla padella e versate una mestolata abbondante di composto, lasciando almeno 2 cm di bordo libero in modo che abbiano modo di crescere senza debordare fuori. Coprite tutto con un coperchio e cuocete a fiamma medio bassa per circa 6 minuti. Quando vedrete che i pancakes si staccano dal fondo della padella muovendo l’anello, rigirate rapidamente l’anello per far cuocere l’altro lato del pancake e proseguite per altri 3 o 4 minuti.

Togliete gli anelli dalla padella e sformate i pancakes su un piatto: lasciateli intiepidire e gustateli con dello zucchero a velo e la composta di mirtilli e timo.

Pancake giapponesi con composta di mirtilli e timo

 

I miei consigli:
 
  • Le uova dovranno essere a temperatura ambiente altrimenti gli albumi non monteranno in modo stabile.
  • Quando ribaltate gli anelli con i pancakes aiutatevi con una spatola e un panno per fare rapidamente e non scottarvi le dita, lo stesso anche quando li toglierete dalla padella dopo la cottura!
  • Se non volete realizzare la composta potrete assaggiarli anche con dello sciroppo d’acero che si abbina benissimo o con una confettura dal gusto acidulo non troppo densa, come lamponi o prugne.
 
Grissini alle olive verdi e timo

Grissini alle olive verdi e timo

Eterni protagonisti degli anni ’90, da piccola ne mangiavo una gran quantità. Non che fossimo assidui frequentatori di ristoranti e vita mondana in generale, ma ricordo bene come quelle poche volte mi piacesse trovarli lì ad aspettarmi, accanto alle posate oppure in un cestino allungato 

Panini alla zucca con feta, olive e timo

Panini alla zucca con feta, olive e timo

A remare a favore della mia ossessione per la zucca quest’anno ci si è messa pure la suocera. proprio quando mi ero detta “Ali ora basta la zucca, che l’hai messa anche nel caffellatte la mattina” si palesa candida lei che a fine di una