Plumcake zucca e cannella senza lattosio

Plumcake zucca e cannella senza lattosio

Certamente fare un dolce (l’ennesimo?) con la zucca non è proprio un’idea originale, visto che imperversano su tutti i profili Instagram, ma è anche vero che se non li facciamo in questa stagione, quando li dobbiamo fare? (e poi, aggiungerei, se non li facciamo ora che siamo già mezzi – o per intero – reclusi, quando avremmo altro tempo?).

Questo plumcake è – ovviamente – di ispirazione anglosassone, e da quando ho eliminato del tutto la cattiva abitudine di comprare tranci di zucca confezionati nel 

cellophane e vado alla ricerca di zucche intere di specifiche varietà mi sembra quasi che questo ortaggio non abbia lo stesso sapore di prima. La mia preferita è la butternut, è una zucchetta di medie dimensioni, stretta e lunga, dalla buccia chiara, detta anche ‘violina’ perché una volta tagliata a metà assomiglia alla custodia di un violino. 

Ed è proprio con questa che ho preparato questo plumcake, che è da piangere dalla bontà, per l’intensità del suo profumo, per l’irrefrenabile acquolina che ti viene fin da quando è nel forno e per il binomio perfetto con un caffè americano o un thè caldo nei pomeriggi autunnali. A parte la cottura della zucca (di cui trovate qualche segreto nella ricetta) è una preparazione che si realizza con una sola ciotola e senza troppi grattacapi.

La versione originale conteneva burro e latte, io non ne avevo a sufficienza e l’ho trasformata in una versione senza lattosio: una crosticina sottile, umida e morbida all’interno, golosa, profumata. Andate a procurarvi la zucca, giuro che non ve ne pentirete.

PLUMCAKE ZUCCA E CANNELLA

SENZA LATTOSIO

Preparazione: 20 minuti     Cottura: 1 h 10′     Dosi: stampo cm 11 x 26 cm

 

Ingredienti:

  • 380 g di zucca cruda pulita (Delica o Butternut)
  • 150 g di olio di semi
  • 180 g di zucchero di canna
  • 3 uova 
  • un pizzico abbondante di sale
  • 2 cucchiaini rasi di cannella
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • un pizzico di noce moscata
  • 200 g di farina 00 debole
  • 8 g di lievito chimico
  • 1 cucchiaino scarso di bicarbonato

Dopo la cottura:

  • 1 cucchiaino di zucchero semolato
  • 1/2 cucchiaino di cannella

 

Per prima cosa cuocete la zucca: ci sono diversi metodi, ve li elenco tutti e tre compreso quello che utilizzo io quando ho fretta.

1 – cottura a vapore: mettete la zucca a cubetti nella vaporiera con dell’acqua e cuocete finché la polpa diventerà morbida.

2 – in forno: cuocete la zucca ancora con la buccia per una ventina di minuti, fin quando la polpa sarà morbida, poi separatela con un cucchiaio dalla buccia.

3 – mettete la zucca a cubetti in una casseruola antiaderente con un cucchiaio di acqua, coprendo con il coperchio. Cuocete a fiamma media, mescolando di tanto in tanto dopo i primi 5-10 minuti di cottura. Questo metodo per me è il più veloce, anche se dovete mescolare ogni tanto, perché sarete comunque lì nei paraggi per preparare il resto degli ingredienti.

Una volta cotta la zucca – con qualsiasi metodo – frullatela con il minipimer e fatela freddare. Se avete un contenitore basso e largo, che magari è stato in frigo o in freezer, si fredderà prima.

Rivestite uno stampo da plumcake in alluminio delle misure indicate sopra con la carta forno, in modo da averlo pronto. 

Nel frattempo unite in una ciotola capiente le uova, l’olio di semi, lo zucchero di canna, il sale e tutte le spezie: mescolate a mano con una frusta per amalgamare gli ingredienti. Unite anche la pure di zucca fredda o comunque tiepida e mescolate ancora. Setacciate insieme la farina con il bicarbonato e il lievito chimico, incorporatela in due volte nel composto.

Scaldate il forno a 175°-180°. Versate l’impasto nello stampo da plumcake , coprite la superficie con un fogli di alluminio, lasciandolo morbido senza schiacciarlo sullo stampo: infornate quando il forno sarà ben caldo e cuocete per almeno 45-50 minuti coperto, senza aprire la porta del forno. Trascorso questo tempo, aprite velocemente il forno e rimuovete l’alluminio, proseguendo la cottura per altri 20 minuti circa.

Preparate il mix di zucchero semolato e cannella, vi servirà tra poco.

Effettuate adesso la prova stecchino regolandovi di conseguenza; quando sarà cotto estraetelo, spolverizzate tutta la superficie con il mix di zucchero e cannella e appoggiatelo su una griglia a raffreddare: se lo stampo è in alluminio, dopo i primi 10 minuti rimuovete il plumcake dallo stampo aiutandovi con i lembi di carta forno e appoggiatelo direttamente sulla griglia, per evitare che si crei umidità. 

Quando sarà ben freddo e stabilizzato, tagliatelo a fette e servitelo con un thè caldo o con un caffè americano bollente.

 

I miei consigli:

  • La prova stecchino deve essere effettuata in questo modo: inserite lo stecchino al centro del dolce inserendolo fino a metà, lasciatelo qualche secondo in questa posizione, poi estraetelo delicatamente: se l’impasto risulta cremoso e rimane attaccato al legno, dovrete proseguire la cottura.
  • Ricordate che ogni forno ha le proprie caratteristiche, dunque tempi e temperature di cottura variano a seconda dei casi: se il forno tende e bruciare le cotture dovrete abbassarlo di qualche grado, viceversa se ha una cottura più delicata. Di conseguenza possono variare anche i tempi, per qualcuno ci vorrà un’ora, per altri anche un’ora e venti minuti.

 

Commenta via Facebook



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *