Mese: Marzo 2021

Cupcakes limone e lamponi di Pasqua

Cupcakes limone e lamponi di Pasqua

Non si sa quanto mi sono dannata per cercare questi ovetti. Li vedevo ovunque da anni, qua sui social, e come tutte le cose che vanno di moda ho perso l’interesse, pensando: tanto quando mi andrà li trovo sicuro, ce li hanno tutti! Ecco. A 

Sandwich di pan di spagna salato con mousse di prosciutto arrosto

Sandwich di pan di spagna salato con mousse di prosciutto arrosto

E ovviamente esplode la primavera, ci sono 25 gradi in mezzo al giorno, gli uccellini cantano, i fiori esplodono – e con loro anche i nasi di chi soffre di allergie alle piante! – ma noi no…non possiamo andare a fare la gita fuoriporta, perché 

Coniglietti di Pasqua di pasta brioche

Coniglietti di Pasqua di pasta brioche

Non sono né dolci né salati, sono soltanto teneri da morire! 

So di aver dichiarato che non amo le cose “a forma di…” e continuo a sostenerlo, solo che quando ho visto questi nel profilo di @besondersgut mi sono detta che questi davvero li avrei rifatti: primo perché sono fatto con un impasto lievitato e quindi sono già promossi solo per questo, ma soprattutto perché mi ha colpita come in pochi passaggi si possano fare davvero dei coniglietti bellerrimi! Continue reading Coniglietti di Pasqua di pasta brioche

Torta Banoffee senza cottura

Torta Banoffee senza cottura

Credo che ogni tanto si possa apprezzare la possibilità di realizzare un dolce senza accendere il forno: per me è un’anomalia, accendo il forno tanto quasi come la macchina del caffè, ma qualcuno potrebbe gradire il fatto che la base non va cotta,

Pardule salate agli spinaci con uovo di quaglia

Pardule salate agli spinaci con uovo di quaglia

Provo ad essere di parola e a mantenere il proposito che mi sono fatta: ricette di dolci certamente, ma ci vogliono anche ricette salate, di pasticceria salata!  Per questo mi sono ripromessa almeno una volta a settimana di proporre qualche contenuto a tema salato e 

Pancakes di spinaci con hummus di barbabietola e feta

Pancakes di spinaci con hummus di barbabietola e feta

Fughe da ferma.

Parafrasi del titolo di un libro di un autore che io amo molto, mi sento così. Immobile, in fuga con la mente. 

Ripenso al privilegio di due anni fa, in quell’isola Greca dimenticata da molti, selvaggia e silenziosa, che ci offriva chilometri di coste solitarie per tutta la giornata: colazione al sorgere del sole vista mare, un casina minuscola, un grande giardino, un tavolo all’aperto sotto l’albicocco e un’amaca ondeggiante al flebile venticello.

Yogurt greco nelle tazze, feta e olive del posto per la nostra colazione dolce e salata, senza rinunciare a nulla, per assaporare i gusti unici delle eccellenze greche per antonomasia. I prodotti Pavlakis mi riportano lì, in quella ultima vacanza prima di un delirio personale e poi su scala mondiale: i sapori della Grecia, sono la mia fuga da ferma.

Ecco quindi la mia terza ricetta in collaborazione con questa azienda: pancakes salati di spinaci con hummus di barbabietola e feta Pavlakis!

 

PANCAKES DI SPINACI CON HUMMUS

DI BARBABIETOLA E FETA

Preparazione: 20 minuti     Cottura: 15 minuti     

Per i pancakes di spinaci:

  • 100 g di latte
  • 3 tuorli
  • 3 albumi
  • 100 g di foglie di spinaci freschi
  • 90 g di farina 00
  • 6 g di lievito chimico
  • 2 gocce di succo di limone
  • sale
  • pepe.

Per l’hummus di barbabietola:

  • 150 g di ceci
  • 100 g di barbabietola precotta
  • 10 g di tahina (facoltativa)
  • 10 g di olio evo
  • 10 g di succo di limone.

Per i pancakes: nel bicchiere di un frullatore inserite il latte con gli spinaci e frullate fino a ottenere un composto uniforme, poi inserite tuorli, sale e pepe e lavorate ancora un po’. Setacciate la farina con il lievito, inserite la miscela di latte e spinaci e amalgamate con una frusta a mano. Montate a neve ferma gli albumi con le gocce di succo di limone e incorporateli al composto senza smontarlo.

Scaldate a fiamma bassa una padella antiaderente unta con olio evo, versare delle cucchiaiate di impasto sagomando due o tre pancakes ben distanziati tra loro e cuocete per un paio di minuti al massimo, girandoli appena iniziano a formarsi della bolle in superficie. Impilare i pancakes su un piatto in modo che si mantengano tiepidi.

Servire i pancakes con dell’hummus di barbabietola e abbondante feta greca Pavlakis sbriciolata in superficie.

 

I miei consigli:

  • Potrete preparare i pancakes anche la mattina presto per servirli a pranzo, oppure, se volete anticiparvi, anche la sera prima: lasciateli impilati e avvolti bene nella pellicola alimentare, conservateli a temperatura ambiente se è freddo, in frigorifero se la temperatura è più alta.
Torta quattro quarti: la base

Torta quattro quarti: la base

Volevo approfondire da un po’ l’argomento, mi frullava in testa questa cosa della torta quattro quarti e volevo studiarne bene le basi e le varianti.  Ecco quindi che per la prima volta troverete sul blog un post la cui introduzione sarà

Pancakes al cocco con salsa di mirtilli

Pancakes al cocco con salsa di mirtilli

È la tavola imbandita che mi piace particolarmente del momento del brunch: il fatto che si serva tutto contemporaneamente, dolci, salati, salse, creme, succhi, insalate, caffè, un tripudio di abbondanza e di varietà, i piatti colorati, le tazze bollenti e fumanti di caffé all’americana, un 

Khachapuri alias barchette della Georgia

Khachapuri alias barchette della Georgia

Mi piacerebbe pensare di poter mantenere una parvenza di piano editoriale, non so se sarò in grado di essere di parola ma proverò una volta alla settimana a inserire qualcosa di salato: qualcosa che mi rappresenti ovviamente, qualcosa in cui mettere le mani in pasta, ma la pasticceria non è solo dolce, e la panificazione ancora meno, quindi provo a prendermi l’impegno.

Da cosa cominciare se non dal Khachapuri? Lo so che il nome è impronunciabile – ma dopo averlo letto qualche volta poi diventa anche piacevole sfoggiarlo fingendo

Continue reading Khachapuri alias barchette della Georgia

Pavlova al cioccolato

Pavlova al cioccolato

Vorrei raccontarvi di quanto ho pensato a lei, mentre realizzavo questa ricetta, di quanto amasse i dolci “pannosi”, opulenti, molto zuccherini. Il binomio meringa e panna era per lei un toccasana che la rimetteva in pace con il mondo. Poi ho letto da qualche parte,