Tag: zucchero a velo

Kipferl di mandorle alla vaniglia

Kipferl di mandorle alla vaniglia

Sono gettonatissimi nel periodo di Natale, ed è vero che sono un biscotto tipico austriaco e tedesco, a base di farina di mandorle e aromatizzati alla vaniglia che viene realizzato durante le feste…ma quello che mi fa sorridere è che esiste lo stesso identico biscotto 

Lemon meltaways

Lemon meltaways

C’è poco da fare io i limoni li amo follemente, li metterei ovunque e – forse l’ho già detto, penso – a parte nel caffellatte per me stanno bene praticamente su tutto. E’ per questo che ‘anno scorso mi sono comprata anche una pianta di 

Canestrelli con ovis mollis

Canestrelli con ovis mollis

Ovis mollis: il nome a me non suscita un effetto invitante, eppure è una preparazione di base  della pasticceria eccezionale, una frolla friabile e delicata che si realizza a partire dai dei tuorli…sodi! L’acqua contenuta nei tuorli in questo modo viene assorbita durante la bollitura e non rimane “libera” di formare glutine una volta a contatto con la farina, che viene anch’essa spezzata con una parte di fecola o di maizena per ostacolare ulteriormente il glutine. Questa di seguito è la procedura più casalinga e facile per realizzarla, con pochi passaggi ed estremamente semplice.

Proprio questo tipo di frolla è la preparazione di base con cui vengono tipicamente realizzati i Canestrelli, biscotti delicatissimi, cicciuti e candidi per la loro copertura con abbondante zucchero a velo che si sciolgono in bocca ad ogni morso e sono perfetti come pasticceria da thè o insieme al caffè.

 

 

CANESTRELLI

Preparazione: 10 minuti     Cottura: 15-18 minuti     Dosi: 6 persone

 

Ingredienti:

  • 2 uova
  • 120 g farina 00
  • 50 g fecola o maizena
  • 70 g zucchero a velo
  • 110 g burro
  • scorza di mezzo limone
  • semi di vaniglia

Per decorare:

  • q.b. zucchero a velo

Per preparare i canestrelli iniziate lessando le uova: in un pentolino pieno di acqua inserite le uova, accendete la fiamma e, quando l’acqua giungerà a bollore, cuocete per circa 6 minuti. Spengete la fiamma, scolate l’acqua e fate raffreddare prima di sbucciarle.

In una ciotola inserite la farina 00, la fecola o maizena, lo zucchero a velo la scorza di limone e i semi di vaniglia con il burro freddo a cubetti: lavorate con la punta delle dita fino a ottenere un composto sabbioso; inserite i tuorli sodi delle uova ormai freddi e schiacciati con i rebbi dei una forchetta e lavorate ancora impastando bene fino a creare un panetto. Avvolgetelo nella pellicola e conservate almeno un’ora in frigorifero.

Quando l’impasto sarà ben freddo, stendetelo con il matterello su una superficie di lavoro leggermente infarinata, cercando di ottenere uno spessore di circa 1 cm: con lo stampino dalla caratteristica forma a fiore con il foro al centro coppate i biscotti e adagiateli su una teglia ricoperta con carta da forno, reimpastando gli scarti di impasto e ripetendo l’operazione.

 

 

Intanto riscaldate il forno a 170° e cuocete per circa 15-18 minuti, senza lasciar scurire troppo la superficie. Far freddare bene su una griglia e spolverizzare con abbondante zucchero a velo prima di servire.

 

 

I miei consigli:

  • Se avete a disposizione la planetaria, utilizzate il gancio a foglia seguendo lo stesso ordine di inserimento degli ingredienti: vedrete che non appena inserirete i tuorli l’impasto sarà omogeneo dopo pochi giri di gancio.

 

  • Se non avete lo stampo a fiorellino con il foro andrà ovviamente bene qualsiasi stampino da biscotti: i Canestrelli hanno questa caratteristica forma, ma potete usare quello che avete!