Tag: mascarpone

Bavarese cioccolato e caffè con semisfere al mascarpone

Bavarese cioccolato e caffè con semisfere al mascarpone

Chi di voi ha mai visto le puntate di Rocco Schiavone? Non sono qua a fare un sondaggio televisivo, volevo capire chi di voi conosce la sua personalissima scala di valutazione dei rompimenti di coglioni che la vita per sua natura ci propina quotidianamente: oltre 

Monoporzione “Dopo il dovere…”

Monoporzione “Dopo il dovere…”

Che il marketing non sia proprio una delle mie strategie di punta dove mostro di brillare è ormai assodato. Ed è per questo che quando ho portato queste monoporzioni per un pranzo 

Rotolo al cacao con frutti di bosco

Rotolo al cacao con frutti di bosco

E’ un dolce così comune, così semplice, che provare a realizzarlo a casa è una buona idea per cimentarsi con un dessert home made da servire agli ospiti.

Questa versione è al cacao, m potrete realizzare la pasta biscotto anche bianca, sostituendo la dose di cacao con metà farina e metà fecola, da aggiungere alle restanti, e variare il ripieno di farcitura e frutta come più vi piace, con la frutta che avete e dando libero sfogo alla fantasia: è anche relativamente veloce, può essere preparato il giorno stesso per la sera e accontenterà anche le persone intolleranti o allergiche al glutine se sostituirete le dosi di farina di grano con quella di riso.

Non ha bisogno di molte presentazioni, è sicuramente un modo semplice e fresco per una fine pasto primaverile o estiva: se volete seguirne i passaggi fondamentali, trovate qui la video ricetta sul canale YouTube al quale potrete iscrivervi!

 

 

ROTOLO AL CACAO CON FRUTTI DI BOSCO

Preparazione: 20 minuti     Cottura: 10 minuti     Dosi: 8 persone

 

Ingredienti:

  • 108 g di albumi
  • 22 g di zucchero semolato
  • 100 g di tuorli
  • 90 g di zucchero
  • 22 g di cacao
  • 22 g di farina 00 (o di riso per intolleranti al glutine)
  • 22 g di fecola
  • 45 g di burro fuso intiepidito
  • 250 g di mascarpone
  • 300 g di panna fresca da montare
  • 30 g di zucchero a velo
  • q.b. semi di vaniglia
  • q.b. frutti di bosco

 

Per preparare il rotolo iniziate dalla pasta biscotto: fondete il burro senza scaldarlo eccessivamente poi lasciatelo intiepidire. Poi accendete il forno a 175° per farlo scaldare.

Con le fruste elettriche oppure con il gancio a frusta in planetaria montate gli albumi con lo zucchero, iniziando a lavorare prima solo gli albumi e poi inserendo lo zucchero a più riprese solo dopo che si saranno le prime bolle di schiuma sulla superficie. ottenuta una montata stabile e spumosa, tenete da parte.

Con le stesse fruste, lavorate i tuorli con lo zucchero a velocità sostenuta, montandoli molto bene e ottenendo un composto chiaro, spumoso e compatto. Incorporate gli albumi montati alla montata di tuorli, mescolate brevemente poi setacciate tutti i secchi – farina, cacao, fecola – e versateli in un’unica volta sul composto, mescolando con il leccapentole dal basso verso l’alto per non smontare l’aria inglobata.

Predisponete una teglia da cm 30 x 40 cm e rivestitela con della carta da forno versate il composto e livellatelo delicatamente con la spatola fino a  ottenere uno strato uniforme, infornatelo per circa 10 minuti, 12 al massimo.

Estraete dal forno e spolverizzate la superficie con poco zucchero semolato, in modo che ci aiuti a mantenere la base umida. Lasciate freddare su una griglia.

Mentre attendete il raffreddamento, inserite in una ciotola capiente il mascarpone e la panna da montare entrambi ben freddi, con lo zucchero a velo e i semi di vaniglia: montate con le fruste elettriche finché la panna si sarà montata, ottenendo così un composto molto compatto ma cremoso.

prendete il rotolo ancora con la carta da forno e adagiatelo sul piano di lavoro: cospargete la superficie con la crema di panna e mascarpone , livellando uno strato uniforme e lasciando un po’ di margine sul lato opposto  quello da cui partirete per arrotolare. Sistemate i frutti di bosco – o altra frutta tagliata a pezzetti – poi partite dal lato lungo e iniziate ad arrotolare la pasta sulla crema, cercando di stringere la chiusura e rimuovendo progressivamente la carta da forno mentre andate avanti.

una volta formato il rotolo, utilizzate la carta per serrarlo bene anche chiudendolo ai lati e fatelo riposare in frigorifero per almeno un’ora o comunque fino a prima di servirlo, rimuovendo la carta, magari spolverizzato con dello zucchero a velo.

 

I miei consigli:

Come avete visto non è presente lievito chimico nella ricetta della pasta biscotto: la pasta gonfierà solo con l’aria inglobata nelle montate con le fruste, per cui assicuratevi di non “tirar via” questi passaggi.

Sostituendo la farina 00 con della farina di riso si otterrà una pasta biscotto senza glutine, che quindi renderà il dolce adatto anche alle persone celiache o intolleranti

Mousse mascarpone con zucca, cannella e profumo d’arancia

Mousse mascarpone con zucca, cannella e profumo d’arancia

Accade spesso e non so perché. Persone che mi conoscono pochissimo, con le quali ho avuto a che fare solo virtualmente, o che magari non ho mai incontrato di persona o non ci ho mai scambiato due parole, sembrano conoscermi benissimo. Sembrano conoscere e vedere 

Mousse al mascarpone e gelée di frutti rossi

Mousse al mascarpone e gelée di frutti rossi

Nessun racconto stamani, del resto ci sono giornate in cui non accade nulla o dove l’occhio non coglie forse, questione di punti di vista. Ma ho due parole che mi rimbalzano in testa, una pronunciata talmente spesso da divenire gettonata, un cliché senza contenuto né 

Mousse al mascarpone e frutti rossi

Mousse al mascarpone e frutti rossi

Come mi da soddisfazione quando sono in giro e trovo utensili o oggetti per la pasticceria a poco prezzo! In questo caso, complice una spedizione alla Lidl sotto le feste per comprare qualche ingrediente che mi mancava in frigo, mi sono imbattuta in questi stampini di silicone veramente pagati due spiccioli…perfetti! Antiaderenti, dopo la cottura sformano le tortine che è un piacere, adattissimi anche al freezer per le monoporzioni fredde, che da congelate si estraggono dallo stampo con grande facilità! Sono piccole cose, ma quando trovo “aggeggi” che pago poco e funzionano bene mi sembra di aver fatto un doppio guadagno! Per questo con lo stesso stampino ho realizzato due ricette di seguito, una con cottura in forno e una senza, che trovate nelle sezione monoporzioni: delle tortine di mais al limone con uvetta senza glutine né lattosio e queste mousse mascarpone, realizzate con una gelée di frutti freschi rossi e una crema sofficissima che ricorda il sapore della crema del tiramisù. 

Mousse al mascarpone e frutti rossi

MOUSSE AL MASCARPONE CON GELÉE
DI FRUTTI ROSSI
Preparazione: 40 minuti     Cottura: 15 minuti     Dosi: 8-10 persone
Per la mousse:
  • 180 g di mascarpone
  • 180 g di panna da montare
  • 70 g di zucchero a velo
  • 3 g di colla di pesce

Per la crema pasticcera di base:

  • 250 g di latte intero
  • 75 g di zucchero
  • 75 g di tuorli
  • 20 g di amido di mais
  • q.b di vaniglia

Per la gelée:

  • 6 g di colla di pesce
  • 200 g di mix di frutti rossi
  • 70 g di zucchero

Per la pasta frolla:

  • 250 g di farina 00
  • 100 g di zucchero a velo
  • 140 g di burro
  • 2 tuorli
  • q.b di scorza d’arancia
  • 1 pizzico di sale

Per la mousse al mascarpone e frutti rossi iniziate dalla preparazione della crema pasticcera che poi dovrà freddare: portate a ebollizione il latte in una casseruola capiente mentre, a parte, mescolerete i tuorli con lo zucchero creando un pastello omogeneo aggiungendo poi l’amido di mais e i semi di vaniglia. Quando il latte sfiora il bollore, versate il pastello nella casseruola e lavorate a fiamma media mescolando con una frusta finché la crema si addenserà, versarla in un contenitore basso e largo, magari anche freddo, coprire con pellicola a contatto e fate freddare.

Dedicatevi alla gelée: frullate con il minipimer i frutti rossi assieme allo zucchero, intanto ammorbidite la colla di pesce a bagno in acqua fredda. scaldate al microonde o in un pentolino un cucchiaio di purea di frutta e scioglieteci la colla ormai morbida e ben strizzata, incorporate al resto della purea mescolando bene: a questo punto prendete gli stampini di silicone – o anche uno stampo grande unico del diametro di 18-20 cm, sempre in silicone – e versate nelle cavità il composto di frutta distribuendolo in parti uguali. Inserite in freezer per far congelare completamente.

Dedicatevi alla frolla: versate sulla spianatoia farina e zucchero a velo con il pizzico di sale, al centro inserite il burro morbido a temperatura ambiente e i tuorli con la scorza di arancia, lavorate insieme gli ingredienti umidi e poi incorporate i secchi, lavorando finché si creerà un panetto omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola schiacciandolo bene e fatelo freddare in frigorifero.

 

Intanto, semi montate la panna con le fruste elettriche e tenete da parte. Quando la crema sarà fredda, prelevatene 150 grammi e lavorate con le fruste elettriche in una ciotola molto capiente, insieme ai 70 grammi di zucchero a velo e il mascarpone, per amalgamare bene il composto. Scaldate a parte un cucchiaio di crema e scioglieteci all’interno i 3 grammi di colla precedentemente ammollati in acqua fredda e strizzati: incorporate al resto del composto, poi incorporate con la frusta a mano la panna montata stando attenti a non smontare il tutto.

Riprendete dal freezer gli stampi con la gelée ormai congelata e distribuite il composto in modo uniforme negli stampini fino al bordo, reinserendo in freezer. Se avete uni stampo unico versate tutto sopra la gelée a coprire.

Nel frattempo stendete la frolla e create dei dischi di un diametro leggermente superiore al diametro degli stampini scelti, oppure un disco unico grande con diametro di 3 cm più grande rispetto a quello dello stampo: scaldate il forno a 175°C e cuocete finché risulteranno ben dorati, dagli 8 ai 12 minuti a seconda della grandezza.

Sformate le mousse una volta completamente surgelate e adagiatele sulle basi di frolla, facendole tornare a temperatura ottimale in frigorifero.

I miei consigli:
  • Per la base al cacao, togliete 15 grammi di farina dal composto e sostituite con 15 grammi di cacao amaro.
  • In questa ricetta ho utilizzato un mix di ribes rosso, fragole e lamponi, ma potrete utilizzare tutta la frutta che più vi piace e che risulti di stagione.
  • Potrete preparare gelée e frolla in anticipo, in modo da ammortizzare i tempi di realizzazione.
Crostata di ricotta, mascarpone e cioccolato

Crostata di ricotta, mascarpone e cioccolato

Esistono posti dove torni sempre volentieri, dove stai bene e ti fai anche un bel po’ di strada per arrivarci. Ecco, uno di questi per me è il ristorante La Torre Soulfood , a Loro Ciuffenna, un posto estremamente bello e curato, rustico e semplice 

Crostata tiramisù

Crostata tiramisù

Inutile raccontare di nuovo la passione e il legame affettivo che intrecciano la mia vita con questo dolce: se avete avuto modo di leggere l’articolo sulla Torta Tiramisù o sul Profiteroles Tiramisù , oltre ad aver ben compreso come farei qualsiasi cosa declinata in versione tiramisù 

Torta di crema al mascarpone, cioccolato e gelée di arancia

Torta di crema al mascarpone, cioccolato e gelée di arancia

Prima che possiate pensare che “bella si, ma difficile!” vi dico che sì, ok, facilissima non è ma soprattutto questa è una torta che ha bisogno di tempo, di pazienza, più che di abilità, anche se certo bisognerebbe averci un po’ di mano con i dolci perché non guasta!

Avevo comprato questa decorazione per torta l’anno scorso su Amazon, senza pensare che forse

 non ero l’unica su 7 miliardi di persone sulla terra d usare il corriere nel periodo natalizio, quindi quella che doveva essere la decorazione 207, ha giaciuto per oltre 360 giorni in un cassetto in attesa

Continue reading Torta di crema al mascarpone, cioccolato e gelée di arancia

Torta a specchio fragole e cioccolato

Torta a specchio fragole e cioccolato

Ok, va bene, lo diciamo subito così ci togliamo il pensiero. NON E’ UNA TORTA VELOCE! Ecco, l’ho detto, così patti chiari e amicizia lunga: non me la sento di dire che è una torta difficile, è solo un po’ più lunghetta da realizzare e