Ultime ricette

Zabaione al caffè

Zabaione al caffè

A questo giro ho preso spunto da alcuni esperimenti per un corso di pasticceria che dovevo tenere qua a Firenze.  Se è vero che in pasticceria ci sono delle leggi e reazioni chimiche ben precise, di contro esistono comunque tanti metodi per arrivare a differenti 

Dutch pancake salato

Dutch pancake salato

[Post ad alto contenuto caustico. Passa oltre se non ami sentir dire le cose come stanno]. Tema: Io e una banale ricetta vegana con tre ingredienti. Siccome degli equilibri culinari vegan non so assolutamente nulla decido di seguire una ricetta collaudata. E per ‘collaudata’ -ahimè- 

Torta salata di grano cotto con zucchine, ricotta e sesamo nero

Torta salata di grano cotto con zucchine, ricotta e sesamo nero

Mi sento sulle montagne russe.

Ma su delle montagne russe strane, paradossali: la fase di salita è infinita, ti senti buttare indietro, spingere dalla gravità che si mostra in tutta la potenza e ti incolla a quel seggiolino ricordandoti che sarà sempre più forte di te. Non si arriva mai alla

Continue reading Torta salata di grano cotto con zucchine, ricotta e sesamo nero

pasta frolla colorata

pasta frolla colorata

Mi avete risposto in tantissimi al sondaggio, non credevo vista la domenica di sole, caldo e la voglia di stare all’aria aperta che abbastanza logicamente imperversa con l’affaccio della primavera e lo stress di rimanere barricati a casa. Non pensavo interessasse così tanto e invece 

Insalata di primavera

Insalata di primavera

Una giornata di aprile caldissima di qualche anno fa, con 30° all’ombra e un abbigliamento nel trolley completamente inadatto a quell’afa ingestibile. Ah già, si poteva ancora prendere un treno e visitare una città senza pensare che fosse qualcosa di eccezionale. Eppure lo era. Non 

Mousse alla nocciola con wafer alle nocciole

Mousse alla nocciola con wafer alle nocciole

Di molti cibi sono golosa, sia salati sia dolci, sono una molto godereccia e quando sgarro, come dire…vado fino in fondo!

Ed è proprio il caso di dirlo per quel che riguarda i wafer: io di fronte a loro perdo la dignità, il pacchetto potrebbe essere infinito e io andrei avanti finché non ne vedo il

Continue reading Mousse alla nocciola con wafer alle nocciole

Muffin salati bicolore

Muffin salati bicolore

Mi è sembrata la prima giornata normale dopo tanto tempo.  Una domenica, quella di Pasqua, dove abbiamo preso la macchina, assaporato il brivido di uscire dal nostro comune – in pratica dal nostro quartiere, vista la vita degli ultimi tempi – addirittura imboccando l’autostrada per 

Mousse pistacchio e cioccolato con fragole fresche

Mousse pistacchio e cioccolato con fragole fresche

Un momento senza tempo.  Io e lui, su una panchina, col fiume che scorre sotto di noi, e un gelato fresco che scorre dalle lingua alla gola. La stessa posizione da seduti, quella che la genetica impone alle nostre schiene malandate. Lui da sempre, e 

Popover mele, cannella e limone

Popover mele, cannella e limone

Mi fa, mentre dal divano guardiamo la televisione: “Ma quella mela abbandonata da giorni nella fruttiera quanto ci deve stare ancora?”. Guardo verso la cesta sul mobile sotto alla tv. Sconsolata la mela mi appare in tutta la sua desolazione. Altro che natura morta. 

Decido che è giunto il momento e il giorno dopo avrei fatto qualcosa per ridare dignità alla suddetta: il giorno dopo era ieri, avevo il forno acceso, poco tempo ma molta voglia di cucinare e fotografare.

Sbuccio la mela tagliandola a pezzetti mentre sono al telefono, la butto in padella con un filo di zucchero , succo di limone e cannella.

Intanto, mentre sono – sempre – attaccata alla cornetta in attesa al call center frullo l’impasto di queste meraviglie, pronte in circa tre minuti netti, tolgo le patate arrosto dal forno, infilo la teglia da muffin, giusto il tempo di farmi rispondere dalla centralinista (e di incazzarmici perché avere a che fare con l’INPS è ai vertici delle cose più frustranti della vita) e loro sbocciano.

Da una pastella anonima e pallida escono loro, i popover – nome praticamente onomatopeico, che rende bene l’idea della loro esplosione e apertura dalla cavità dello stampo. Un filo di caramello che avevo in frigo, la mela spadellata sopra.

E non mi importa se è aprile e il gusto è autunnale, qua ci sono 15 gradi, direi che ci sta tutto.

 

POPOVER MELA, CANNELLA

E LIMONE

Preparazione: 5 minuti     Cottura: 18 min.+15 min.     Dosi: 6 pezzi

Per l’impasto:

  • 90 g di farina 00
  • 1 pizzico di sale
  • 150 g di latte
  • 40 g di zucchero
  • (in alternativa 120 di latte e 40 di latte condensato, omettendo lo zucchero)
  • 15 g di burro fuso+ q.b. per lo stampo
  • 2 uova grandi

Per le mele:

  • 1 mela grande 
  • 1 cucchiaio raso di zucchero
  • 10 g di burro
  • q.b. cannella in polvere
  • 2 cucchiaini di succo di limone

Accendete il forno a 200° in modo che si scaldi bene, inserendo lo stampo da muffin vuoto all’interno.

Inserite tutti gli ingredienti dell’impasto nel bicchiere del frullatore a lame o frullate il tutto con un minipimer fino a ottenere un composto omogeneo-

Con un guanto da forno estraete lo stampo caldo, imburrate molto velocemente 6 cavità e distribuite la pastella in modo equo: non dovrà comunque oltrepassare la metà della cavità: infornate circa 12-15 minuti, poi proseguite abbassando a 170° per altri 15 minuti, avendo cura di far asciugare bene i popover che saranno ben cresciuti oltre il bordo. 

Lasciare per un paio di minuti un mestolo a contrasto tra porta e bocca del forno per far fuoriuscire l’umidità, poi sfornate, fate intiepidire qualche istante poi rimuovete delicatamente i popover dalle cavità e fateli freddare su una griglia.

Durante il tempo di cottura, sbucciate la mela, inseritela in padella con burro zucchero, limone e cannella e cuocete per qualche minuto, facendo appassire i dadini ma lasciandoli interi e croccanti.

Riempite la cavità dei popover – se volete anche il mou, trovare la ricetta qui  – con la mela spadellata e servire caldi.

 

 

I miei consigli:

  • Se volete, utilizzate della frutta fresca, ad esempio fragole o frutti di bosco: prepararli sarà ancora più veloce, potrete aggiungere della panna semimontata o una crema di yogurt al miele.
  • Potrete preparare il pastello anche il giorno precedente, la pastella riposerà in frigo e il sapore e la cottura dei popover saranno ancora migliori.
Taralli napoletani sugna e pepe

Taralli napoletani sugna e pepe

“Paschqua chiama lo schtrutto, il burro te lo tieni per Natale!”. Da quando @lapetitecasserole mi ha raccontato di questa sua collega napoletana che, in un ufficio di Montréal, l’ha redarguita con questa frase una volta saputo che voleva fare pastiera e casatiello con il burro,