Ultime ricette

Crema fredda di limone con frutta estiva

Crema fredda di limone con frutta estiva

Crema fredda di limone con frutta estiva. Poche cose uso in cucina così tanto come i limoni: questi sì che per me non hanno stagione, li uso sempre e non ne spreco nemmeno un grammo. Scorza nei dolci in inverno, nella crema pasticcera sempre, nell’insalata 

Nana ice cream al cacao

Nana ice cream al cacao

Nana ice cream al cacao. Voi lo vedete così lucido, godurioso e pieno di cioccolato ma…e se vi dicessi che questo gelato ha solo due ingredienti, niente zucchero e niente lattosio e si fa nel mixer? Esatto, niente gelatiera! Forse qualcuno lo conosce già, è 

Albicocche con crema di ricotta e crumble di biscotti

Albicocche con crema di ricotta e crumble di biscotti

Albicocche con crema di ricotta e timo

Secondo voi, è un dolce o no? La risposta? Beh, dipende…

Nasce come un dolce, albicocche grigliate qualche minuto, una crema dolce di ricotta con un crumble di biscotti e qualche foglina di timo che con questo frutto ci sta benissimo. 

Ma la verità è che con lo stesso procedimento, sostituendo allo zucchero sale, pepe e parmigiano e ai biscotti dei semplici taralli, avete un aperitivo perfetto! Quindi oggi due ricette in una: dolce e salata a seconda delle voglie che avete!

Resta il fatto che una cosa semplice servita su un bel piatto fa tutta un’altra figura: amo questi piatti, comprati a un mercatino trattando sul prezzo con la signora Lucia. Me li ha scontati volentieri, mi ha detto, “perché sei giovane!”. Ero già in brodo di giuggiole, quando mi ha chiesto che lavoro facessi ha esclamato poi “Allora li vedrò sicuramente su una rivista!”.

Ecco, io spero di non deludere la signora Lucia, e che questo suo entusiasmo mi porti un po’ di fortuna, ma a pensarci bene mi è già tornato indietro qualcosa: tornando a casa investigo sull’origine dei piatti, cercando il nome riportato sul fondo: sono del 1850 circa, un pezzo solo vale il triplo di quanto abbia pagato tutti e tre i pezzi e provengono direttamente da…Parigi!

Una manifattura rimasta aperta fino al 1902 ha prodotto questi piatti, arrivati chissà come in casa della nonna della signora Lucia, venduti a un mercato nel 2022 e adesso nelle mie mani: quanto fascino in questa storia!

Albicocche con crema di ricotta e crumble di biscotti

 

ALBICOCCHE CON CREMA DI RICOTTA

E CRUMBLE DI BISCOTTI

Preparazione: 10 minuti.    Dosi: 2 persone

Ingredienti:

  • 3 albicocche dolci
  • 100 g di ricotta (meglio se fresca del banco, ben sgocciolata)
  • 20 g di zuccher0 a velo
  • 2 biscotti tipo macine
  • Q.b. timo

 

Lavate e asciugate bene le albicocche, poi dividetele a metà, rimuovendo il nocciolo centrale.

Intanto, scaldate bene una griglia. Adagiate poi le albicocche appoggiando sulla griglia calda il lato interno e lasciatele un paio di minuti, finché si saranno formate delle leggere striature.

Lavorate la ricotta ben scolata dal siero e lavoratela con lo zucchero. Lasciate in frigorifero.

Triturate grossolanamente a coltello – o, come nel mio caso, finemente con il mixer – i biscotti e tenete da parte.

Togliete le mezze albicocche dalla griglia e lasciatele freddare, poi riempite la cavità con la ricotta, aggiungete il crumble di biscotti e spolverizzate con foglioline di timo fresco!

Conservate in frigorifero fino al momento di servire!

I miei consigli:

  • Volete la versione da aperitivo? Sostituite allo zucchero 15g di parmigiano grattugiato, unite il sale e il pepe macinato fresco quando lavorate con la ricotta. Al posto dei biscotti, usate dei taralli: se già saporiti, triturateli così come sono, altrimenti salateli a aggiungete un filo d’olio prima di triturarli. Non scordate il timo!
  • Altre ricette con le albicocche? Date qui un occhio!

 

Avotoast con caprino alle erbe e salmone

Avotoast con caprino alle erbe e salmone

Avotoast con caprino alle erbe e salmone Di ricette zero sbatti e tanta soddisfazione! Non vi dico di certo di accendere il forno per il pane – anche se volendo trovate sul blog diverse ricettine, con sto caldo lievità che è una meraviglia! – solo 

Torta gelato cuor di panna

Torta gelato cuor di panna

Torta gelato cuor di panna Uno dei ricordi estivi che credo accomuni molti, un cornetto della famosa marca scartato sulla spiaggia, i piedi nella sabbia, il telo avvinghiato addosso dopo il bagno mentre il pomeriggio inizia a scolorire il suo giallo sulle onde del mare. 

Crostoni burrata, fiori di zucca e pepe rosa

Crostoni burrata, fiori di zucca e pepe rosa

Crostoni burrata, fiori di zucca e pepe rosa.

Ritorno alle origini.

Fotografiche. Una foto semplice, nuda, essenziale. C’è solo quello che ci deve essere.

Infantili. Da sempre la mia mamma usa i fiori di zucca per farci delle frittelline che preparava sul momento, per salvare i fiori dal decadimento che li avrebbe colti in frigorifero. Non sono mai riuscita a rifarli.

Personali. All’origine di questa avventura che ora mi porta su terreni incerti, emozioni incerte, confronti schiaccianti, paure irrazionali, c’ero io. Io e una passione scoppiata tra le mani. Ho scelto di ripartire da lì.

Crostoni burrata, fiori di zucca e pepe rosa

 

CROSTONI BURRATA, FIORI DI ZUCCA E PEPE ROSA

Preparazione: 10 minuti.   Cottura: 3 minuti.    Dosi: 4 persone

Ingredienti:

  • 4 fette di pane ai semi misti
  • 200/220 g di burrata o anche stracciatella
  • 4 fiori di zucca grandi o 6 medi (io ho usato quelli di Oplì)
  • q.b sale
  • q.b. olio evo
  • q.b pepe rosa

 

Tagliate a fette il pane: io l’ho fatto in casa, seguendo questa ricetta e aggiungendo dei semi misti all’impasto, ma ovviamente se deve essere ricetta zero sbatti…che lo sia fino in fondo! Acquistate però del buon pane, anche integrale, a lievitazione naturale o di grani antichi.

Scaldate molto bene una griglia e tostate le fette da un lato e dall’altro, in modo da renderle belle croccanti.

Sciacquate i fiori di zucca, non asciugateli ma apriteli delicatamente e rimuovete il pistillo interno.

Scaldate una padella antiaderente con un filo di olio, quando sarà caldo inserite i fiori di zucca aperti e fateli cuocere pochi minuti, due o tre al massimo, in modo che si scottino appena. Lasciate da parte.

Distribuite la burrata – o anche la stracciatella, ma a me piace che ci sia la parte più densa e ciccosa dell’involucro – sui crostoni di pane tostato, adagiate i fiori di zucca aprendoli bene e guarnite con del pepe rosa macinato fresco.

Servite subito.

Crostoni burrata, fiori di zucca e pepe rosa

Il consiglio in più:

  • Inutile dirvi che qua ci stanno benissimo delle acciughe sott’olio, io li ho lasciati così per gustarmi al meglio il sapore del fiore di zucca, ma se volete…è la morte loro!
  • Se volete lavorare un po’ d più potrete preparare questa torta salata con grano cotto e fiori di zucca!
  • Per altri spunti a tema aperitivo, date un occhio qua!

 

Quinoa fredda con sgombro, fragole e zucchine

Quinoa fredda con sgombro, fragole e zucchine

Insalata di quinoa con sgombro, fragole e zucchine. Mi piacciono i pasti “tutti on una ciotola ” che ovviamente come slogan suona con molto meno appeal dell’americanissimo “one bowl meal”: sarà che se il caldo lo permette la mia pausa pranzo è sempre fuori in 

Caserecce al pesto di finocchietto e caprino

Caserecce al pesto di finocchietto e caprino

Caserecce al pesto di finocchietto e caprino. Una riflessione, che non c’entra nulla con la ricetta, ma oggi va così. Come mai è così difficile per la gente rispondere ai messaggi? Alle mail? A una qualsiasi domanda scritta? Chiedi delle info di lavoro? Nulla. Chiedi 

Panna cotta salata con pomodorino ciliegino

Panna cotta salata con pomodorino ciliegino

Panna cotta salata con pomodorino ciliegino.

Ma quanto sono buoni i pomodori…quando sanno di pomodoro? 

Da piccola li mangiavo sulla spiaggia, al posto della frutta, e lo farei ancora se in giro se ne trovassero di buoni, coltivati in modo naturale, succosi, dolci, profumati…per me sono irresistibili!

Ho risentito esattamente quest’odore quanto ho aperto la confezione di pomodorino cherry La Fiammante,  quel profumo intenso e fresco di una volta, quando addentavo pomodori dopo il bagno in mare: quindi ricetta super estiva, visto anche la stagione, una rivisitazione in chiave salata di un dessert intramontabile, la panna cotta, dove la freschezza del pomodorino cherry – o ciliegino, che dir si voglia – la fa da protagonista.

Anche voi pomodori a morsi?

Panna cotta salata con pomodorino ciliegino

 

PANNA COTTA SALATA

CON POMODORO CILIEGINO

Preparazione: 60 minuti     Dosi: 6 porzioni

 

Per la gelée al pomodoro:

Per la panna cotta:

  • 280 g di panna fresca
  • 120 g di latte fresco intero
  • 60 g di parmigiano grattugiato
  • 6 g di gelatina alimentare
  • Un pizzico di sale
  • b. pepe

 

Per realizzare la panna cotta salata scaldate in una casseruola l’olio, inserite il contenuto della confezione di pomodorino “cherry” La Fiammante e l’origano, aggiustate di sale e cuocete circa 10-15 minuti, lavorando coi rebbi della forchetta il composto che dovrà leggemente ritirare.

Passate il composto al minipimer e poi al colino, in modo da raffinare la texture della salsa che migliorerà la qualità della vostra panna cotta.

Immergete la gelatina alimentare in acqua molto fredda, intanto pesate 250 g di salsa di pomodorino: scaldatene una piccola parte, sciogliete all’interno la gelatina ammorbidita ben strizzata, incorporate anche la restante salsa e dividete il composto nelle cavità degli stampi. Mettete subito in freezer per far congelare, almeno 30 min.- un’ora.

Trascorso questo tempo, scaldate il latte con il sale e il pepe, fino a sfiorare il bollore e girando spesso: inserite la gelatina prevista per la panna cotta che avrete precedentemente immerso in acqua gelida e ben strizzato. Fuori dalla fiamma unite il parmigiano grattugiato, facendolo parzialmente sciogliere, poi unite la panna fresca fredda, amalgamando il composto.

Estraete gli stampi dal freezer, versate delicatamente il composto di panna cotta salata e inserite nuovamente in freezer.

Diverse ore prima di servirle, sformatele dallo stampo da congelate e posizionatele su un piattino di portata: lasciatele in frigorifero per far riprendere una temperatura positiva, poi servitele guarnendole con un pomodorino ciliegino fresco ben lavato.

Panna cotta salata con pomodorino ciliegino

I miei consigli:

  • Io utilizzo degli stampi monoporzione in silicone, di dimensione media, sono quelli di Ikea, ovvero questi! Potrete utilizzare anche quelli in alluminio, sebbene sformerete peggio le panne cotte.
  • Se volete servirle e spostarle nei piatti o in un vassoio con maggiore facilità, quando sformate le panne cotte congelate poggiatele su dei dischetti di brisé salata o di frolla salata che avrete precedentemente cotto: in questo modo quando si scongeleranno potrete comunque poi spostarle perché non aderiranno al piatto. Potrete consultare l’rticolo sulla pasta brisé che trovate qui, per relizzare in modo velocissimo dei dischetti di base.
  • Questa ricetta è ideale come antipasto o aperitivo: per altri spunti alternativi, cliccate qui!

 

Sbrisolona pesche e rosmarino

Sbrisolona pesche e rosmarino

Sbrisolona pesche e rosmarino. Ok, va bene, lo so che c’è da accendere il forno, ma vi giuro che è davvero una ricetta zero sbatti e soprattutto pensateci bene: lo accendete una volta, magari ci schiaffate qualche teglia di verdure per ottimizzare l’accensione, ci infilate