Tag: mousse

Torta mousse ai mirtilli

Torta mousse ai mirtilli

Versione grande e versione monoporzione.   Quella monoporzione di qualche giorno fa era racchiusa in un biscotto, fatto di Graham crackers appunto – e se volete realizzare solo quelli, la ricetta la trovate qui – mentre la versione torta ha una base di frolla tradizionale, dove 

Mousse ai mirtilli in biscotto Graham

Mousse ai mirtilli in biscotto Graham

La produzione industriale di Graham crackers di qualche giorno fa aveva un duplice obiettivo, il primo, scofanarsene qualcuno così come era al naturale; il secondo, realizzarci qualche ricetta ad hoc.  In attesa di avere l’occasione per preparare la regina dei dolci realizzati con i 

Bavarese al cioccolato

Bavarese al cioccolato

Ci sono cose che si provano per la prima volta e ci si chiede come mai non lo abbiamo fatto prima. Alle volte si pensa di non riuscire ancora prima di provare, per cui non cediamo a metterci in gioco; quando poi arriva il momento scopriamo che magari siamo pure in grado!
Continue reading Bavarese al cioccolato

Mousse cioccolato bianco con fichi d’india e daquoise alle mandorle

Mousse cioccolato bianco con fichi d’india e daquoise alle mandorle

Bella quanto ti pare, di stagione, una soddisfazione realizzarla poi era per la mie amiche ma…la miriade di spine che mi ritrovo nelle mani dopo aver colto e sbucciato i fichi d’india? E dopo averli rimaneggiati per metterne qualcuno nella foto? Sono passati tre giorni, 

Torta con frangipane e mousse di lamponi

Torta con frangipane e mousse di lamponi

L’ultima volta che sono stata a Parigi il tour è stato organizzato in base a delle precise tappe alimentari, in particolare tutte le botteghe – se così si può dire, sembrano più atelier di gioielli – di pasticceria più famose della città, sia della antica 

Mousse al cioccolato bianco con salsa di pesche e ciliegie fresche

Mousse al cioccolato bianco con salsa di pesche e ciliegie fresche

 
La verità è che a me non me ne frega nulla: della temperatura non me ne importa proprio niente. Quando è freddo ci si lamenta che è gelido e che è brutto tempo, quindi già pensiamo alla primavera, con il sole tiepido e fiori dappertutto, ma ci stiamo scordando che devastiamo il pianeta con inquinamento folle e selvaggio, quindi la primavera non si presenta e via di lungagnate e lamentele perché vogliamo il caldo, l’estate, inneggiamo al bisogno di mettersi i sandali e stare smanicati, salvo poi lamentarci del fatto che è afoso, che quaranta gradi no non si può, odio le zanzare, si suda a stare fermi, mi s’abbassa la pressione, per terminare il ciclo di incontentabilità quando a Ferragosto qualcuno osa pronunciare la parola Natale e quanti lunedì mancano al suddetto.
Ecco. A me di tutto questo non me ne importa un fico secco, controtendenza accendo il forno indipendentemente dai mille gradi, se mi fa caldo mi fa caldo indipendentemente da lui, come quando mi fa freddo, rabbrividisco indipendentemente dalla finestra aperta per fare entrare la luce giusta che mi serve per la fotografia. 
Quindi ecco questa ricetta, che accontenta tutti, i ‘lamentoni’ e gli intrepidi, che può essere fatta senza accendere il forno ma per i più perfettini – tipo me – anche realizzando un bel crumble a mano da infilare a 160°.
Mousse al cioccolato bianco, gelée di pesche e ciliegie fresche. Evviva le stagioni, tutte.
 
Mousse al cioccolato bianco con salsa di pesche e ciliegie fresche
 
MOUSSE AL CIOCCOLATO BIANCO CON
SALSA DI PESCHE E CILIEGIE FRESCHE
 
 
Preparazione: 20 minuti     Dosi: 8 persone
 
Ingredienti:
  • 300 g di latte intero
  • 150 g di cioccolato bianco
  • 5 g di colla di pesce
  • 280 g di panna da montare
  • 3 pesche noci
  • 80 g di zucchero
  • q.b di ciliegie
  • 100 g di biscotti secchi

 

Per preparare le mousse al cioccolato bianco con salsa di pesche e ciliegie fresche iniziate dalla mousse.

Mettete in una casseruola il latte e portatelo piano ad ebollizione; intanto semi montate la panna ben fredda di frigo all’interno di un contenitore ben freddo anch’esso, poi conservatela in frigorifero. Tritate il cioccolato bianco e inseritelo in un contenitore capiente, mettete la gelatina in ammollo in acqua ben fredda.

Quando il latte raggiungerà il bollore, scioglieteci all’interno la gelatina ben ammorbidita e strizzata, mescolate bene e poi versate il liquido bollente sul cioccolato bianco: attendete un minuto in modo che si sciolga bene, poi mescolate con una spatola e – se ne avete la possibilità – passate il composto al minipimer per migliorare la consistenza del composto. Lasciate intiepidire.

Nel frattempo, tritate dei biscotti secchi, biscotti alla panna o quelli che preferite e teneteli da parte: se utilizzate uno stampo grande unico, cospargete in modo uniforme il fondo dello stampo con le briciole; se invece usate degli stampini monoporzione – che spesso hanno la base inferiore più piccola della bocca superiore – utilizzerete i biscotti in seguito.

Mousse al cioccolato bianco con salsa di pesche e ciliegie fresche

Quando il composto a base di cioccolato bianco sarà intiepidito, incorporate la panna semimontate, mescolando dal basso verso l’alto per non smontare il composto: versate il composto nello stampo, dosando equamente la mousse se usate gli stampi monoporzione. In questo caso, solo dopo aver versato la mousse cospargetene la superficie con il crumble di biscotti, lasciandoli in superficie: quando li sformerete, la parte superiore diverrà la base dei dessert, che quindi appoggeranno sul piatto di portata proprio dal lato dei biscotti.

Inserite la mousse in freezer per almeno 4 ore, meglio se per tutta la notte.

Preparate la gelée di pesche: sbucciate le pesche, denocciolatele e tagliatele a pezzetti, unitele in un contenitore con lo zucchero e frullatele con il minipimer fino a ottenere una purea, filtratela con un colino, poi scolatene una piccola parte mentre la gelatina si reidrata in ammollo in acqua fredda; strizzatela e inseritela nella purea bollente mescolando bene, poi unite questo composto al resto della purea.

Se avete utilizzato lo stampo grande, versate la gelée sulla superficie della mousse ancora ghiacciata e tenete in freezer un’altra ora; se invece avete gli stampi piccoli, sformate le monoporzioni, versate un po’ di gelée e sul fondo del piattino di portata e sulla superficie della mousse e mantenete in frigorifero. Per lo stampo grande, quando la gelée sarà solidificata, sformate la mousse e poggiatela sul piatto di portata mantenendo in frigorifero per far tornare a temperatura positiva prima di servire.

Decorate la superficie con ciliegie fresche denocciolate.

Mousse al cioccolato bianco con salsa di pesche e ciliegie fresche

 

I miei consigli:
 
  • Potrete anche realizzare un crumble a mano al posto dell’impiego dei biscotti, oppure anche un disco di frolla della misura della base degli stampi su cui adagiare poi la mousse quando la sformate; i biscotti vi permettono semplicemente di non accendere il forno e ammortizzare i tempi di preparazione.
  • Se preferite potrete usare del latte di mandorla o del latte di cocco al posto del latte intero, mantenendo le dosi e creando varianti di sapore che ben si abbineranno al gusto dei frutti utilizzati.
  • Al posto della pesca potrete usare la frutta che preferite purchè dolce e saporita, come albicocche, mango, papaya, frutti rossi.
Mousse cocco e lime con gelée ai frutti rossi

Mousse cocco e lime con gelée ai frutti rossi

Cocco. Poco amante dei bagni in mare prolungati sprofondava nel calore della sabbia avvolta in un asciugamano, bagnate e freddolosa come era. Subito le entrava una fame da lupi, come dopo aver fatto la doccia nella vasca di casa, come dopo le lezioni di nuoto 

Mousse al mascarpone e gelée di frutti rossi

Mousse al mascarpone e gelée di frutti rossi

Nessun racconto stamani, del resto ci sono giornate in cui non accade nulla o dove l’occhio non coglie forse, questione di punti di vista. Ma ho due parole che mi rimbalzano in testa, una pronunciata talmente spesso da divenire gettonata, un cliché senza contenuto né 

Tronchetto mousse alla nocciola con ganache fondente e frolla al cacao

Tronchetto mousse alla nocciola con ganache fondente e frolla al cacao

Che non sia un dessert veloce siamo d’accordo, ma se si ha un pò di dimestichezza con frolla, crema pasticcera e panna montata non sarà difficile affatto. 
C’è da dire che parte del merito della riuscita di questa mousse è la bellezza dello stampo della Silikomart che regala sempre grandi soddisfazioni, ma potrete realizzarlo tranquillamente in uno stampo da plumcake in silicone o alluminio e andrà benissimo lo stesso!
Se adorate la nocciola, dovete provarlo…
TRONCHETTO MOUSSE ALLA NOCCIOLA CON GANACHE FONDENTE
E FROLLA AL CACAO
Per la mousse nocciola:
  • 250 g di latte intero
  • 75 g di zucchero
  • 75 g di tuorli
  • 20 g di amido di mais
  • 250 g di panna da montare
  • 150 g di mascarpone
  • q.b. vaniglia
  • 6 g di colla di pesce
  • 60 g di pasta di nocciole
  • 100 g di zucchero a velo

Per la ganache fondente:

  • 80 g cioccolato fondente
  • 100 g panna

Per la base e le cialde:

  • 235 g di farina 00
  • 15 g di cacao amaro
  • 150 g di burro
  • 40 g di tuorli
Per preparare il tronchetto mousse di nocciola con ganache fondente e frolla al cacao iniziate dalla preparazione della crema pasticcera che poi dovrà freddare.
Mettete in una casseruola il latte a scaldare, intanto a parte lavorate bene i tuorli con lo zucchero e la vaniglia, con una frusta a mano o anche quelle elettriche, poi inseriteci la maizena: quando il latte bolle versate la pastella di uova e zucchero e mescolate bene con una frusta a mano finché la crema sarà addensata. Versate in un contenitore freddo e lasciate freddare.
Ora preparate la ganache fondente che si realizza in un attimo: triturate il cioccolato mentre portate a ebollizione la panna, versateci il cioccolato all’interno, spegnete la fiamma e girate per far sciogliere completamente. Versare il composto in uno stampo da ghiaccio, a forma cubica, a semisfera, o come lo avete. Mettete in freezer a far congelare.
Dedicatevi ora alla frolla. Su di un piano di lavoro rovesciate la farina, il cacao amaro e lo zucchero a velo, create una fontana e inserite nel foro interno i tuorli con il burro ben ammorbidito a temperatura ambiente, con i semi di bacca di vaniglia. Iniziate a impastare dal centro amalgamando insieme burro e tuorli e poi incorporate via via la farina e lo zucchero, lavorando fino a creare così un panetto liscio e omogeneo: avvolgetelo nella pellicola alimentare cosi si fredderà il prima possibile riposando in frigorifero.
Montate la panna fresca con le fruste elettriche e, in un’altra ciotola capiente, lavorate con le stesse fruste il mascarpone, la pasta di nocciole, lo zucchero a velo e 240 grammi di crema pasticcera. Mettete a bagno la colla di pesce in acqua fredda, scaldate un cucchiaio di crema pasticcera al microonde per 30 secondi alla massima potenza e scioglieteci all’interno la colla ben strizzata, mescolando bene. Incorporate al resto del composto col mascarpone mescolando subito molto velocemente in modo che non si formino grumi. Incorporate anche la panna da montare facendo attenzione a non smontare il composto.
Ore prendete lo stampo da plumcake: se è in silicone utilizzatelo così com’è, se è in alluminio o comunque rigido, rivestitelo con della carta da forno o con della pellicola alimentare per poi sformare il tronchetto successivamente. Versare due terzi abbondanti di mousse alla nocciola, livellare, adagiare all’interno i cubetti di ganache fondente congelati che avrete sformato dallo stampo, poi coprire con la restante mousse e livellare. Inserire in congelatore per 3 o 4 ore.
Intanto stendete la frolla e ricavatene una base rettangolare un po’ più grande della superficie dello stampo, se volete sagomate anche due cialde da poter poi apporre ai lati corti del tronchetto: scaldate il forno a 180° e cuocete per circa 10-12 minuti.
Una volta che la mousse sarà completamente congelata, adagiate la base di frolla sul piatto di portata, sformate la mousse dallo stampo e ponetela sulla base di frolla, facendo aderire le due cialde ai lati corti della mousse, poi inserire in frigorifero per almeno due o tre ore in modo da portare la mousse a temperatura ottimale. Servire fredda.
 I miei consigli
La comodità di questo dessert, sebbene non sia di breve preparazione, è che può essere preparato anche con diversi giorni di anticipo, e tirato fuori dal freezer qualche ora prima di servirlo. Si conserverà perfettamente e potrete gestire la preparazione quando avrete un po’ più tempo. Potrete sostituire la pasta di nocciole con quella di pistacchio, che sarà un abbinamento altrettanto felice al cioccolato della ganache e al cacao della frolla.

Mousse al mascarpone e frutti rossi

Mousse al mascarpone e frutti rossi

Come mi da soddisfazione quando sono in giro e trovo utensili o oggetti per la pasticceria a poco prezzo! In questo caso, complice una spedizione alla Lidl sotto le feste per comprare qualche ingrediente che mi mancava in frigo, mi sono imbattuta in questi stampini