Ultime ricette

Panfrutto del Trentino

Panfrutto del Trentino

Panfrutto del Trentino. Che sia con farine antiche, più o meno integrali, con lievito di birra o a lievitazione mista, il concetto del panfrutto è questo: un lievitato che unisca la semplicità di un pane con la ricchezza della frutta secca.  Lo si trova appunto 

Frollini alla nocciola con ganache cioccolato e caffè

Frollini alla nocciola con ganache cioccolato e caffè

Frollini alla nocciola con ganache cioccolato e caffè Profumo inconfondibile di biscotti, che se già da solo non bastasse viene reso ancora più avvolgente dall’odore del cioccolato fuso, quello della ganache, che va ad accucciarsi nelle piccole cavità di questi frollini con farina di nocciole: 

Cestini agli spinaci e provola piccante

Cestini agli spinaci e provola piccante

Cestini agli spinaci e provola piccante.

Nove persone su 10 affermano che cenerebbero ogni sera ad aperitivo. Il decimo…mente!!!

Non calcolo le conseguenze varie ed eventuali – colon, reflusso gastrico, gonfiori, e tutte le meraviglie che il nostro apparato digerente ci mostra come varianti di un’alimentazione non troppo oculata – però io con questi stuzzichini da aperitivo ci pasteggerei

Continue reading Cestini agli spinaci e provola piccante

Torta scendiletto

Torta scendiletto

Torta scendiletto. Chiedo: ma se la mattina appena aprite gli occhi foste consapevoli che in cucina vi aspettano due strati di friabile e dolce pasta sfoglia, farciti con della crema pasticcera profumata alla vaniglia e limone…ma voi non vi alzereste di scatto? Ecco, questo è 

Castagnaccio  della mia mamma

Castagnaccio della mia mamma

Castagnaccio  della mia mamma Questo è decisamente uno dei dolci dell’infanzia di tutti i bambini fiorentini, soprattutto quelli di qualche decennio fa quando ancora in casa venivano preparati i piatti o i dolci della tradizione dalle mamme indaffarate lavoratrici, che però ogni tanto la domenica 

Roast di verdure autunnali

Roast di verdure autunnali

Roast di verdure autunnali

Le faccio spessissimo e mi piace vedere i colori della verdura, sia prima sia dopo la cottura che dipingono la teglia come un quadro!

E in questo autunno e inverno danno il meglio di loro, mentre in estate con la frutta e la verdura a crudo non c’è paragone, per quel che riguarda le verdure al forno mi sbizzarrisco molto nelle stagioni fredde: la svolta è stata conoscere l’oliera spray di Fackelmann– di cui non sospettavo l’esistenza – che ti consente di nebulizzare le verdure con pochissimo olio, senza togliere nulla al gusto ma dosando la parte dei grassi! Continue reading Roast di verdure autunnali

PANPEPATO NATALIZIO

PANPEPATO NATALIZIO

PANPEPATO NATALIZIO Sicuramente viene fatto in tante regioni, non solo nel Lazio. Sicuramente ci sono mille varianti, come per tutti i piatti della tradizione che si declinano a seconda della famiglia che li prepara.

Invisibile di zucca, salvia e caprino

Invisibile di zucca, salvia e caprino

Invisibile di zucca, salvia e caprino. Quella dolce vi è piaciuta così tanto che quando @moniquedanna mi ha detto “Ma lo sai che le invisibili le ha inventate una francese che ci ha fatto un libro con varianti anche salate?” – e io no, non 

Polentine fritte con burrata e alici sott’olio

Polentine fritte con burrata e alici sott’olio

Polentine fritte con burrata e alici sott’olio

Adoro le polentine fritte: arrivo a dire – sacrilegio – quasi più della patatine fritte, rimangono così croccanti fuori e morbide dentro che ne mangerei all’infinito!

Mi piacciono anche così semplici, come aperitivo, e ho proprio pensato a loro per questa ricetta da abbinare alle Alici di Sicilia di Delicius: polentina croccante, morbida e avvolgente burrata e la nota salata delle ‘nostre’ italianissime alici siciliane!

Il profumo di qualche fogliolina di maggiorana  e un buon calice di bollicine: che ne dite, aperitivo stasera?

 

POLENTINE FRITTE CON BURRATA 

E ALICI SOTT’OLIO

Preparazione: 25 minuti     Cottura: 50 minuti     Dosi: 12 pezzi

Per la polenta:

  • 130 g di farina di mais fioretto
  • 500 ml di acqua
  • 1 cucchiaio Olio extravergine d’oliva
  • Sale q.b.
  • 700 ml di olio di semi per friggere

Per guarnire:

  • 400 g di burrata fresca
  • 1 confezione di Alici del canale di Sicilia in olio di oliva Delicius
  • 3 rametti di maggiorana fresca

 

 

Iniziate dalla preparazione della polenta: mettete sul fuoco una casseruola con acqua, olio e sale. Non appena sfiorerà il bollore, versate la farina di mais a pioggia e mescolando bene con una frusta a mano.

Non appena avrà preso un po’ di consistenza, sostituite la frusta con un mestolo di legno, abbassate la fiamma e continuate a cuocere muovendo il composto per altri 25-30 minuti, finché sarà completamente assodata. Ungete leggermente una teglia piccola e versate il composto livellandolo a uno spessore di circa 1.5 cm e dando una forma rettangolare. Lasciate freddare completamente, prima a temperatura ambiente, poi in frigorifero.

Trascorsi i tempi di raffreddamento, ribaltate la polenta su un tagliere e con un coltello a lama liscia tagliate prima a strisce orizzontali poi in verticale, ottenendo circa 12 pezzi.

Ponete sul fuoco un tegame con abbondante olio di semi e scaldatelo fino a raggiungere la temperatura di 180°: immergete pochi pezzi per volta e friggeteli circa 5-6 minuti, o comunque finché saranno ben dorati in superficie. Scolatele con una schiumarola e lasciate raffreddare su carta assorbente per fritti.

Salate leggermente le polentine, guarnite ciascuna con un cucchiaino di burrata, un filetto di alici scolato dall’olio di conservazione e delle foglie di maggiorana.

Polentine fritte con burrata e alici sott'olio

 

I miei consigli:

  • Per ammortizzare i tempi di preparazione potrete optare per una polenta istantanea, che cuocerà in pochissimi minuti.
  • Per altre idee con le alici date un occhio qui!
Torta al latte caldo e cacao

Torta al latte caldo e cacao

Torta al latte caldo e cacao. Amanti della colazione alzate la mano!!!  Se anche a voi un bel buffet a colazione mette decisamente di buonumore – io è la prima cosa che guardo quando alloggio in albergo, nn so voi! – questa è una torta