Tag: ricotta

Crostata ricotta cioccolato e pere

Crostata ricotta cioccolato e pere

“Ti piace la ricotta di pecora?”. Era questa la domanda iniziale, generica, e io ovviamente ho risposto che la amo follemente e la mangerei a cucchiaiate.  E la risposta è stata quella giusta, perché pochi giorni dopo mi sono vista recapitare

Necci con ricotta, noci e miele

Necci con ricotta, noci e miele

I necci sono un dolce….no, in realtà non sono un dolce. Cioè sì, lo sono oggi, ma un tempo non lo erano mica! Siamo in Toscana, Pistoia, Lucchesia, Garfagnana e Lunigiana, insomma…quelle zone là. Dove con la farina delle castagne veniva fatta una pastella insieme 

Torta sbriciolata di ricotta con ciliegie e salvia

Torta sbriciolata di ricotta con ciliegie e salvia

Ho una vera passione per l’abbinamento tra la frutta e le erbe fresche. 

Nulla di trascendentale o di particolarmente innovativo, ma l’idea di un dolce con la frutta della bella stagione, semplice o articolato che sia, mi fa venire voglia subito di abbinarla con un profumo tipico di un piatto salato.

Nel tempo, ho scoperto che i miei abbinamenti preferiti sono: le fragole con il basilico, i mirtilli con il timo, le more con la salvia, pesche e albicocche con il rosmarino. Non amo la menta, quindi non l’ho sperimentata, ma sicuramente la 

Continue reading Torta sbriciolata di ricotta con ciliegie e salvia

Zuccotto fiorentino (con variante veloce)

Zuccotto fiorentino (con variante veloce)

Ve lo dico subito, come preannunciato nel titolo: lo zuccotto vero è fiorentino, anche se poi ne esistono tante versioni simili in altre regioni, ma questo in particolare nasce a Firenze e se volete nelle note trovate anche perché è CERTO che sia nato qua 

Cheesecake con ricotta e fragole

Cheesecake con ricotta e fragole

Complice il fatto che stiamo devastando il nostro pianeta, il clima e la terra si ribellano e al supermercato compaiono delle belle fragole, che – direte voi – “sicuramente sono di serra” e invece purtroppo no, crescono da sole con questi climi paradossali. Ma tanto, 

Crostata senza burro con ricotta e confettura di albicocche

Crostata senza burro con ricotta e confettura di albicocche

 

Da un po’ volevo provare questo tipo di frolla, che contiene l’olio di semi anziché il burro: sebbene non sia proprio una preparazione ortodossa rispetto ai canoni della pasticceria devo dire in realtà che è un ottimo modo per fare una frolla molto velocemente – si impasta tutto in una ciotola lavorando con un cucchiaio per poi finire brevemente sul piano di lavoro – e per ammortizzare i tempi di realizzazione dell’impasto che non deve riposare in frigorifero e si può utilizzare subito anche quando in casa ci sono mille gradi causa calura estiva. La si modella subito all’interno dello stampo, si farcisce e in un attimo abbiamo la crostata pronta per essere cotta.

Io ovviamente mi sono complicata la vita e ho sperimentato questa base cuocendo il tutto in un anello microforato, che non si è rivelato comodissimo per poi estrarre la torta una volta freddata: quindi consiglio stampi tradizionali da crostata meglio ancora se con il fondo rimovibile, sarà velocissimo anche sformarla!

 

Crostata senza burro con ricotta e confettura di albicocche

CROSTATA SENZA BURRO CON RICOTTA
E CONFETTURA DI ALBICOCCHE
 
 
 
Preparazione: 15 minuti     Cottura: 40 minuti     Dosi: 8 persone
 
Per la frolla senza burro:
  • 100 g di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • 80 g di olio di semi
  • 1 cucchiaino di scorza di limone
  • 1 cucchiaino di lievito vanigliato
  • 300 g di farina 00

Per il ripieno:

  • 300 g di ricotta di pecora
  • 100 g di zucchero
  • 1 uovo
  • q.b di scorza di limone
  • 300 g di confettura di albicocche

In una ciotola versate lo zucchero, la scorza di limone, le uova e l’olio di semi, mescolando bene con un cucchiaio o una frustina per amalgamare il composto; versate ora la metà della farina e il cucchiaino di lievito vanigliato, mescolando il composto, finché diventerà più denso, continuate ad aggiungere a poco a poco la farina finché sarà necessario trasferire il composto sul piano di lavoro e impastare brevemente a mano: potrebbero bastarvi anche 280 grammi di farina, quando l’impasto è formato non incorporatene più.

Imburrate leggermente uno stampo da crostata del diametro di 20 cm circa infarinandolo – oppure se non volete utilizzare il burro ungetelo leggermente con dell’olio di semi – e foderatene il fondo con la frolla stesa a uno spessore di 3-4 mm, bucherellandolo con i rebbi di una forchetta, poi rimuovete la pasta in eccesso dai bordi con la lama di una coltello affilato. Tenete da parte l’avanzo di pasta.

Accendete il forno a 180°C. Intanto in una ciotola lavorate la ricotta con lo zucchero, l’uovo e la scorza di limone fino a ottenere un composto omogeneo, versate sul fondo della crostata e livellate il composto; prendete adesso la confettura di albicocche e spalmatela delicatamente sopra lo strato di ricotta facendo attenzione a distribuirla in modo uniforme. Con l’avanzo della pasta frolla, create delle listarelle per decorare la superficie con il tipico intreccio da crostata oppure a vostra fantasia anche utilizzando coppa biscotti della forma che più preferite.

Infornate per circa 35-40 minuti, preferibilmente sul ripiano più basso, in modo che la base – che con il composto di ricotta si inumidisce, possa cuocere in modo ottimale. Estraetela dal forno elasciate freddare bene a temperatura ambiente e poi in frigorifero prima di sformare. Servite fredda.

Crostata senza burro con ricotta e confettura di albicocche

 

I miei consigli:
 
  • Non è necessario che facciate la frolla in anticipo, questa con l’olio di semi è così veloce che la si può fare e lavorare immediatamente senza doverla far freddare in frigorifero.
  • Solitamente utilizzo ricotta di pecora, che nei dolci risulta più cremosa e avvolgente meno acquosa e si sposa bene sia con la scorza di limone sia con la confettura.
  • Un’ottima variazione è quella con la confettura di fichi oppure con confetture acidule come quella di more, mirtilli o visciole.
Crostata intrecciata di ricotta, semolino e cioccolato

Crostata intrecciata di ricotta, semolino e cioccolato

Avevamo percorso diverse volte quella piccola stradina che attraversava in pochi minuti il paese di tufo, sospeso nell’aria e nel tempo, appoggiato sulla terra e affacciato sul niente. Una stagione di risveglio, l’odore dei camini strizza l’occhio alla neve andata via da poco mentre le 

Migliaccio napoletano

Migliaccio napoletano

Mi ha difesa. Mi. Ha. Difesa.  Contesto banale e atipico, una riunione di condominio dove personaggi in cerca d’autore mostrano il peggio autocompiacendosi, un campo minato che salta alla prima parola storta, tutti seduti in cerchio su un divano fiorito e sedie anni ’50 ad 

Sfogliatelle frolle napoletane

Sfogliatelle frolle napoletane

Ci sono delle ricette che rimangono li per anni, le metti da parte, le trascrivi in foglio volente, magari macchiato perché eri in cucina e stavi preparando altro, le infili nel quadernino delle ricette da fare – incasinata si, ma in fondo ho sempre un posto per tutto! – e poi loro restano li in attesa. 

L’attesa in questo caso è durata oltre un anno, le coincidenze astrali hanno incrociato la preparazione della frolla strutto per i pasticciotti leccesi che mi è avanzata e quindi hanno deciso di

Continue reading Sfogliatelle frolle napoletane

Cassatelle siciliane di carnevale

Cassatelle siciliane di carnevale

La storia di questa ricetta ha davvero dell’incredibile. Incuriosita da una foto di una mia follower su Instagram che ritraeva un vassoio di dolcetti sconosciuti preparati dalla sua mamma, chiedo informazioni su cosa fossero: lei mi spiega, sono dolcetti tipici della tradizione siciliana di Carnevale e