Tag: limone

Polpette salvia e limone

Polpette salvia e limone

Polpette salvia e limone. Vi rivelo una curiosità sul mio conto: uno dei miei soprannomi è “polpetta”!  Non so perché ma negli anni chi mi è stato a fianco a un certo punto ha iniziato di tanto in tanto a chiamarmi così. Il fatto che 

Tagliatelle salad con dressing al limone

Tagliatelle salad con dressing al limone

tagliatelle salad. L’illusione di mangiare un piatto di pasta, quando nella ciotola hai un’insalata colorata e freschissima! A me piace molto la consistenza delle verdure tagliate sottili, a tagliatella appunto: se devo aggiungere carota o zucchina a crudo a un’insalata lo faccio così!  Ho usato 

Strudel di fillo con pesche e mirtilli

Strudel di fillo con pesche e mirtilli

STRUDEL DI FILLO CON PESCHE E MIRTILLI

Famo a capisse: non mi venite a dire che nessuno accende il forno in estate, quando su altri profili vedo pubblicate ora torte con ingredienti invernali che stanno a mezz’ore in forno e fanno milioni di visualizzazioni…c’è qualcosa che non torna!

Se è ‘forno no’ perché è caldo, forno no per tutti…o sbaglio?

Poi qui manco dovete impastare, la pasta fillo avvolge lo strudel fatto con le pesche e i mirtilli: quanto mi piacciono insieme! Vi lascio qua la ricetta, potrete anche scegliere tra versione con meno sensi di colpa – niente grassi aggiunti – o versione con olio o burro!

Strudel di fillo con pesche e mirtilli

STRUDEL DI FILLO

CON PESCHE E MIRTILLI

Preparazione: 15 minuti     Dosi: 4 persone.    Cottura: 25-30 minuti

 

Ingredienti:

  • 4-5 pesche non morbide
  • 50 g di mirtilli freschi
  • 3 cucchiai di zucchero (di canna se lo avete)
  • 1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata
  • 6 fogli di pasta fillo
  • 1 cucchiaio di pinoli
  • Acqua o burro fuso
  • b. zucchero a velo
  • b. menta

 

Tostate i mirtilli in una padella antiaderente.

Sciacquate le pesche e asciugatele, dividetele a metà per rimuovere il nocciolo, poi tagliatele a dadini.

Inseritele nella padella con i pinoli, aggiungete mirtilli, scorza di limone e zucchero e fate cuocere finché il liquido si sarà ritirato.

Far raffreddare.

Inumidire un foglio di fillo con dell’acqua spennellata – oppure anche burro o olio – spolverizzare poco zucchero, coprire con il secondo foglio e procedere così fino al sesto figlio.

Inserire il ripieno freddo al centro, chiudere le estremità e arrotolare. Spennellare con acqua o olio/burro e il resto dello zucchero.

Cuocere in forno ventilato a 200 gradi per 25-30 minuti.

Far freddare, spolverizzare con zucchero a velo e servire a fette con la menta fresca.

strudel di fillo con pesche e mirtilli

 

I miei consigli:

  • Inserire tra uno strato e l’altro di fillo una spennellata di burro fuso o di olio spingerà il sapore del ripieno e aiuterà la croccantezza della fillo dopo la cottura, oltre a dargli un colore ambrato molto piacevole! La versione con acqua serve solo a far aderire gli strati sostituendo appunto una parte grassa!
  • Per altre ricette con la pasta fillo, date un occhio qui!
  • sapete com’è fatta la pasta fillo? Curiosate qui!

 

 

 

 

Caserecce al pesto di finocchietto e caprino

Caserecce al pesto di finocchietto e caprino

Caserecce al pesto di finocchietto e caprino. Una riflessione, che non c’entra nulla con la ricetta, ma oggi va così. Come mai è così difficile per la gente rispondere ai messaggi? Alle mail? A una qualsiasi domanda scritta? Chiedi delle info di lavoro? Nulla. Chiedi 

Composta di zucca e mele

Composta di zucca e mele

composta di zucca e mele Ma voi tutti sapete che differenza c’è tra marmellata, confettura e composta? A parte il fatto che si trovano scritti questi termini con grande confusione, anche da parte di chi dovrebbe teoricamente sapere come si chiamano i vari prodotti e 

Muffin mirtilli e limone con crumble alla cannella

Muffin mirtilli e limone con crumble alla cannella

muffin mirtilli e limone con crumble alla cannella
 
Lo faccio tutti gli anni, posto permettendo: se mi avanzano dei frutti di bosco, magari da qualche torta fresca che ho preparato, da qualche raccolto in campagna o semplicemente dagli ultimi acquisti di stagione al supermercato, li congelo tutti, distinti ognuno nel proprio sacchettino da congelatore.
Ne faccio delle vere e proprie scorte, il primo cassetto del freezer è per metà straripante delle mie scorte estive di questi frutti che sono tra i miei preferiti – mirtilli e lamponi primi tra tutti: è così che poi posso realizzare delle gelée a partire da frutta fresca che ho congelato io stessa o  inserire in un impasto di una torta da forno la frutta ancora congelata che dopo la cottura darà lo stesso risultato di quando è fresca.
Dal mio freezer – e dalla mia mania di usare ingredienti più possibile di qualità – che nascono i miei muffin mirtilli e limone (se ve lo state chiedendo, sì, i limoni sono Bio e provenienti dalla Costiera!) pensati appositamente per la linea di ricette da colazione in collaborazione con Grandi Molini Italiani: in questo caso farina integrale, che si sposa bene con la natura rustica di questi dolcetti da merenda o colazione, col profumo di cannella che sprigiona crumble e una bella bevanda calda con cui accompagnarli.
 
 
MUFFIN MIRTILLI E LIMONE CON
CRUMBLE ALLA CANNELLA
 
Preparazione: 15 minuti     Cottura: 25 minuti     Dosi: 6-8 persone
 
Per l’impasto:
  • 130 g di farina integrale Grandi Molini Italiani
  • 20 g di fecola di patate o maizena
  • 1/2 cucchiaino di lievito vanigliato
  • 1 pizzico di sale
  • 60 g di burro
  • 100 g di zucchero
  • 1 uovo
  • 50 g di yogurt bianco magro
  • 50 g di latte scremato o parzialmente scremato
  • 2 cucchiaini di succo di limone
  • scorza di 1 limone
  • 120 g di mirtilli (anche congelati)

Per il crumble:

Per guarnire:

  • q.b. di zucchero a velo

 

Per iniziare a preparare i muffin con mirtilli, limone e crumble alla cannella iniziate dal latticello: in una ciotolina versate yogurt e latte, i due cucchiaini di succo di limone, mescolate appena e lasciate riposare. Il composto si addenserà leggermente.

Dedicatevi al crumble. Inserite in una ciotola tutti gli ingredienti – farina, zucchero di canna, cannella e burro freddo a tocchetti – con le dita pizzicate e mescolate l’impasto fino a  creare una consistenza di briciole umide: conservate in frigorifero.

Dedicatevi ora all’impasto dei muffin, assicurandovi che il burro sia a temperatura ambiente e quindi ben lavorabile: in planetaria con gancio a frusta oppure in una ciotola con le fruste elettriche montate bene per diversi minuti il burro con lo zucchero, in modo da ottenere un composto chiaro, cremoso e spumoso. A questo punto inserite l’uovo leggermente sbattuto e lavorate ancora bene con le fruste.

Setacciate la farina con il pizzico di sale e il lievito, aggiungetene metà nell’impasto, insieme a metà del latticello, mescolate e poi procedete a inserire il resto delle polveri e le latticello avanzati. Lavorate ora con una spatola fino ad avere una consistenza corposa e cremosa. Inserite i mirtilli mescolando delicatamente se sono freschi e la scorza di limone.

Predisponete una teglia da muffin (se non l’avete o volete riacquistarla, ne trovate alcuni nella sezione “stampi per la cottura” sul mio Shop Affiliato Amazon, qui!) inserendo nelle cavità i pirottini tipici, quelli dai bordi un po’ più alti appunto, e con l’aiuto di un cucchiaio o anche di uno sporzionatore da gelato distribuite equamente il composto nei pirottini: ne verranno circa 7-8 pezzi.

Scaldate il forno a 180°. Distribuite sulla superficie il crumble alla cannella e cuocete per circa 20-25 minuti a forno statico, effettuando la prova stecchino effettuando la prova stecchino prima di estrarre.

Fate intiepidire appena poi estraete i muffin dalle cavità e fateli freddare su una griglia. Spolverizzate con zucchero a velo prima di servirli.

 
I miei consigli:
  • Se avete dei mirtilli congelati, andranno benissimo per questa preparazione: ricordatevi di infarinarli leggermente prima di inserirli nell’impasto in modo che non vadano subito tutti a fondo in cottura.
  • Potrete variare il gusto dei muffin inserendo gocce di cioccolato, oppure frutti rossi e cioccolato bianco, dando libero spazio alle vostre preferenze.
  • Se vi avanzassero – cosa che dubito – potrete congelarli e poi tirarli fuori al momento del bisogno lasciandoli scongelare a temperatura ambiente e poi scaldandoli leggermente a forno tiepido
  • Per una variante salata, date un occhio ai miei muffin bicolore agli spinaci!
Ciambellone al limone e semi di papavero

Ciambellone al limone e semi di papavero

Ciambellone al limone e semi di papavero Ho una vera passione per i limoni. Adoro la loro buccia spessa e bitorzoluta, il loro colore così acceso, quelle belle foglie verdi avvolgenti che rendono la pianta fiera ed elegante. Lo metterei ovunque, nei dolci e nei 

Confettura di kiwi e limone

Confettura di kiwi e limone

La scorsa estate giocando a Trivial Pursuit mi rimase impressa una domanda che chiedeva quale fosse la zona – italiana o europea, non ricordo – di maggior produzione di kiwi: il Lazio. Non lo avevo mai sentito dire, e ci penso solo ora: ma perché 

Popover mele, cannella e limone

Popover mele, cannella e limone

Mi fa, mentre dal divano guardiamo la televisione: “Ma quella mela abbandonata da giorni nella fruttiera quanto ci deve stare ancora?”. Guardo verso la cesta sul mobile sotto alla tv. Sconsolata la mela mi appare in tutta la sua desolazione. Altro che natura morta. 

Decido che è giunto il momento e il giorno dopo avrei fatto qualcosa per ridare dignità alla suddetta: il giorno dopo era ieri, avevo il forno acceso, poco tempo ma molta voglia di cucinare e fotografare.

Sbuccio la mela tagliandola a pezzetti mentre sono al telefono, la butto in padella con un filo di zucchero , succo di limone e cannella.

Intanto, mentre sono – sempre – attaccata alla cornetta in attesa al call center frullo l’impasto di queste meraviglie, pronte in circa tre minuti netti, tolgo le patate arrosto dal forno, infilo la teglia da muffin, giusto il tempo di farmi rispondere dalla centralinista (e di incazzarmici perché avere a che fare con l’INPS è ai vertici delle cose più frustranti della vita) e loro sbocciano.

Da una pastella anonima e pallida escono loro, i popover – nome praticamente onomatopeico, che rende bene l’idea della loro esplosione e apertura dalla cavità dello stampo. Un filo di caramello che avevo in frigo, la mela spadellata sopra.

E non mi importa se è aprile e il gusto è autunnale, qua ci sono 15 gradi, direi che ci sta tutto.

 

POPOVER MELA, CANNELLA

E LIMONE

Preparazione: 5 minuti     Cottura: 18 min.+15 min.     Dosi: 6 pezzi

Per l’impasto:

  • 90 g di farina 00
  • 1 pizzico di sale
  • 150 g di latte
  • 40 g di zucchero
  • (in alternativa 120 di latte e 40 di latte condensato, omettendo lo zucchero)
  • 15 g di burro fuso+ q.b. per lo stampo
  • 2 uova grandi

Per le mele:

  • 1 mela grande 
  • 1 cucchiaio raso di zucchero
  • 10 g di burro
  • q.b. cannella in polvere
  • 2 cucchiaini di succo di limone

Accendete il forno a 200° in modo che si scaldi bene, inserendo lo stampo da muffin vuoto all’interno.

Inserite tutti gli ingredienti dell’impasto nel bicchiere del frullatore a lame o frullate il tutto con un minipimer fino a ottenere un composto omogeneo-

Con un guanto da forno estraete lo stampo caldo, imburrate molto velocemente 6 cavità e distribuite la pastella in modo equo: non dovrà comunque oltrepassare la metà della cavità: infornate circa 12-15 minuti, poi proseguite abbassando a 170° per altri 15 minuti, avendo cura di far asciugare bene i popover che saranno ben cresciuti oltre il bordo. 

Lasciare per un paio di minuti un mestolo a contrasto tra porta e bocca del forno per far fuoriuscire l’umidità, poi sfornate, fate intiepidire qualche istante poi rimuovete delicatamente i popover dalle cavità e fateli freddare su una griglia.

Durante il tempo di cottura, sbucciate la mela, inseritela in padella con burro zucchero, limone e cannella e cuocete per qualche minuto, facendo appassire i dadini ma lasciandoli interi e croccanti.

Riempite la cavità dei popover – se volete anche il mou, trovare la ricetta qui  – con la mela spadellata e servire caldi.

 

 

I miei consigli:

  • Se volete, utilizzate della frutta fresca, ad esempio fragole o frutti di bosco: prepararli sarà ancora più veloce, potrete aggiungere della panna semimontata o una crema di yogurt al miele.
  • Potrete preparare il pastello anche il giorno precedente, la pastella riposerà in frigo e il sapore e la cottura dei popover saranno ancora migliori.
Cupcakes limone e lamponi di Pasqua

Cupcakes limone e lamponi di Pasqua

Non si sa quanto mi sono dannata per cercare questi ovetti. Li vedevo ovunque da anni, qua sui social, e come tutte le cose che vanno di moda ho perso l’interesse, pensando: tanto quando mi andrà li trovo sicuro, ce li hanno tutti! Ecco. A